7 Condivisioni

Enrico Fedele ai microfoni di Radio Marte: “Ringraziamo Reja, è stata una partita particolare quella del Napoli. C’era il fuorigioco, ma questo non giustifica la prestazione soprattutto nel secondo tempo. Molti giocatori sono scomparsi, anche da un punto di vista morale, soprattutto quando i titolarissimi non fanno prestazioni tali da giustificare la panchina di alcuni. Noi siamo ancorati a questo modulo, bisognerebbe essere più duttili come fanno tutti. Jorginho è in calo, ma anche gli esterni. Koulibaly è distratto ultimamente. I ragazzi come lui quando fanno una cosa buona iniziano a voler strafare, iniziano a pensare al contratto e si montano il cervello, da questo punto di vista devono mangiare ancora molti cesti di frutta. Prima ci rubano e poi mettiamo i cancelli, cito la favola di Santa Chiara. Avevo detto che la squadra mancava di giocatori di grandi qualità, abbiamo perso un campionato a Torino. Fermo restando la grande stagione degli azzurri. Il silenzio stampa non serve a nulla, si è trovata la scusa della squalifica di Higuain. Altre squadre hanno tanti torti ma non si trincerano dietro questi silenzi. Il Napoli deve crescere come società, oltre che nella qualità dei giocatori”. 

 fonte: calcionapoli24.it