0 Condivisioni

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Oscar Damiani, ex Napoli: “Il bilancio del Napoli è assolutamente positivo. Me l’aspettavo perché la squadra è stata costruita bene e Spalletti è bravissimo, sono un suo estimatore. Ha integrato i nuovi e la squadra è di alto livello. I giocatori andati via erano sopravvalutati mentre quelli arrivati un po’ sottovalutati. Le partite sono ancora poche però qualcosa si inizia a vedere. Meret? Credo sia stato bravissimo perché nei momenti di difficoltà ha saputo rispondere con le prestazioni. È stato convocato in Nazionale dove c’è però Donnarumma che è una garanzia. Non avevo dubbi perché lo conoscevo da ragazzo. Il ruolo del portiere è difficile. Il Napoli sia in campionato che in coppa può arrivare in fondo. Nulla è certo, il Milan sta attraversando un buon periodo e contro il Napoli ha dimostrato la sua forza. Loro due possono giocarsi il primo posto, ma siamo ancora all’inizio. Intanto gli azzurri dimostrano con prestazioni di ottimo livello, Raspadori e Simeone stanno facendo bene sul campo e rappresentano una certezza. C’è un bel rapporto tra società, allenatore, giocatori, pubblico. Si è creata una bella alchimia. Juve e Inter non sono fuori dalla lotta scudetto, soprattutto l’Inter ha dei giocatori molto forti. Ha attraversato un momento difficile e non ce lo si aspettava però sarà una delle contendenti per il titolo. La Juve ha dei problemi, sono emersi a Monza. La sorpresa di questo Napoli è il gioco, la squadra. Kim e Kvaratskhelia sono forti, anche gli stessi Raspadori e Simeone. Acquisti eccellenti che hanno fatto bene. C’è un collettivo, un gioco. Ricordando Sacchi, è più importante il gioco che il calciatore. La Nazionale italiana è un po’ carente oggi, ci sono troppi stranieri in Italia ed è complicato riuscire a trovare risorse”.

  • 🫰 SOLDI. Pioggia di euro per il Napoli grazie al cammino in Champions
    Nella serata di ieri il Napoli ha surclassato l’Ajax alla Johan Crujiff Arena di Amsetrdam, nella sfida valida per la terza giornata del girone di Champions League. La squadra guidata da Spalletti si è imposta 6-1 grazie alla doppietta di Raspadori e ai goal di Di Lorenzo, Zielinski, Kvaratskhelia e Simeone. Gli Azzurri hanno messo […]
  • 🎲 NUMERI. Nessuno in Champions League segna quanto il Napoli
    13 gol in tre partite del girone. Nessuno segna come il Napoli in questa edizione delle coppe europee: gli azzurri hanno una media di 4,3 gol per gara in  questa Champions League, media lontana da tutte le altre concorrenti in lizza quest’anno. Un risultato raggiunto grazie alle tre vittorie conquistate contro Liverpool, Rangers Glasgow e […]
  • 👌 L’INTERVISTA. Kvara alla Uefa: “Goal in Champions? I miei sogni stanno diventando realtà”
    Khvicha Kvaratskhelia, esterno d’attacco del Napoli, è intervenuto ha parlato al sito Uefa dopo la vittoria per 6-1 in casa dell’Ajax: “Penso che i sogni diventino realtà perché sto giocando in Champions League e ho segnato oggi. Sono così felice, ma era anche importante che la squadra vincesse”. Di Lorenzo è stato il migliore in […]
  • 🇮🇹 FOCUS. Il Napoli sta demolendo i luoghi comuni sul calcio italiano
    Il Corriere dello Sport: “Questo è il Napoli post rivoluzione, e s’è già detto, ma questo è il Napoli che sta attuando un’altra rivoluzione, che porta in giro per l’Europa la sua autorevolezza in giro per la Champions, che domina sempre, con la testa pure, che demolisce i luoghi comuni sull’inadempienza del calcio italiano. I […]
  • 😃 CONFRONTI. La Gazzetta paragona Raspadori a Romario e Aguero
    La Gazzetta dello Sport: “Per chi pensa che un attaccante possa avere piedi e testa di un trequartista: riguardare in loop quello che fa Raspadori nell’azione che porta al 3-1 di Zielinski, come viene incontro e si materializza in sponda disegnata. Se nessuno si scandalizza, una cosa alla Romario alla Aguero. Quando si dice un centravanti […]