0 Condivisioni

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, ha parlato a Sky dopo il pareggio col Barcellona. Ecco quanto evidenziato da “Napoli Magazine”: “Ci siamo abbassati troppo, loro in area poi si sanno muovere. Sono cose che fanno parte del tempo e dello spazio. Dobbiamo ancora crescere. Loro hanno fisicita’, 1 contro 1 sugli esterni c’e’ uno strappo micidiale. Nei duelli fisici ed aerei bisogna fare dei passi in avanti. Nel primo tempo abbiamo fatto vedere di aver giocato alla pari con loro. Abbiamo sofferto un poco. Quello che facciamo un tempo lo possiamo fare tutta la partita. I polpastrelli di Juan Jesus? Rigore inesistente, la palla non cambia direzione per niente, anche se meritavano il pareggio. La palla ha sfiorato la punta delle due dita di Juan Jesus. Hanno meritato il pari ma non nella circostanza del rigore. Osimhen ha la forza che vediamo, ha strappi incredibili. Quando gli dai metri diventa difficile frenarlo. E’ il palleggio dei centrocampisti che deve chiamare libero un centrale difensivo. Possiamo ancora migliorare. Napoli piu’ consapevole della propria forza? Quello che abbiamo fatto in determinati momenti possiamo farlo per tutta la partita. Quando abbiamo pressato bene abbiamo recuperato palla. Anche all’ultimo con Mertens poteva essere una palla importante. Ammucchiarsi in area significa ripetere quello che e’ successo col Sassuolo e in altre partite, e non lo dobbiamo fare”.

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, ha parlato in Press Conference dopo il pari col Barcellona. Ecco quanto evidenziato da “Napoli Magazine”: “Sono felice dei calciatori che ho, non li cambio con altri. Cerco di analizzare il tutto in una maniera corretta per non commettere gli stessi errori. Queste partite qui, al di la’ di come vanno, sono sempre delle figate pazzesche. Tutti vorrebbero stare al mio posto. Poi ci sta il ghigno differente perche’ magari viene commesso qualche errore. Osimhen? Prestazione positiva come tutto il resto della squadra. E’ chiaro che dobbiamo fare meglio delle cose. Questi qui hanno comprato calciatori a gennaio che costano 50-60 ognuno. Hanno calciatori fortissimi in ogni reparto. Osimhen? Quando ha campo libero serve una moto per stargli dietro. In certi momenti va bene cosi’, ma poi bisogna completare l’azione con l’arrivo dei centrocampisti. Mi dispiace perche’ abbiamo sofferto molto nel finale. Ma si e’ sofferto bene. Anche dentro un atteggiamento non cosi’ positivissimo si vanno a trovare altre caratteristiche che si sottolineano alla squadra. Anguissa? Problema muscolare, andra’ valutato, per lunedi’ non ce la fa. Zielinski? Affaticato, niente di grave. Fabian? Si e’ aperto”.