0 Condivisioni

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show è intervenuto Ivan Zazzaroni, direttore del Corriere dello Sport: “Ho detto il 23 agosto che c’erano quattro squadre impresentabili Per la serie A e mi sono preso dei v********* incredibili. Tra queste c’era anche la Salernitana, oltre a Spezia, Empoli e Venezia. Il discorso dei 18 riguarda la possibilità di avere uno spettacolo più degno, ci lamentiamo che giochino sempre i giocatori e che vediamo spettacoli indecenti come Inter-Juve. Si arriverà alla cessione della Salernitana al 31 dicembre. L’Aia non è commissariata, Ma c’è un’attenzione spasmodica della FIGC visto il comportamento dell’Aia visto che siamo arrivati al paradosso anche con la questione Bergamo. Gravina ha evitato questo paradosso totale, ma stiamo parlando di un settore in grandissima difficoltà. I vecchi stanno facendo male, giovani non sono preparati. Sono a favore del Var nettamente, si cerca sempre di correggere dal basso a determinate situazioni. Quello che è successo Domenica è stato grave, perché due episodi sono stati visti in maniera differente, anzi quasi opposta. Gli arbitri si devono presentare il martedì a raccontarci tutto quello che è successo, con una regolamentazione che sia uniforme e che sia sempre più aderente alla realtà. La discrezionalità è una battaglia che non mi cerimo mai anche perché ogni arbitro vede in maniera differente. Mihajlovic Ha dichiarato che l’arbitro compensa e nessuno ha detto niente. Roma-Napoli? Roma vigorosa, il Napoli la squadra mentalmente oltre che tecnicamente più forte del campionato. Non l’ha trovata solo perché Mancini, Ibanez e Cristante hanno fatto un’ottima partita. Inter-Juve è stata da 4”.