0 Condivisioni
A Radio Crc nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Carlo Laudisa, giornalista
“Maldini ha detto che crede allo scudetto perché ha solo 2 punti in meno rispetto allo scorso campionato e pur rispettando e dando merito al Napoli, il Milan ha il dovere di crederci e vedere cosa accadrà. Credo sia lo spirito giusto per una squadra che resta comunque elettrizzante. Ha avuto alti e bassi come rendimento e risultati, ma è la squadra che in sede di mercato, insieme al Napoli, ha lavorato meglio. 
Il Napoli è più avanti perché l’inserimento dei giovani è stato eccellente per cui credo possa solo crescere.
Cristiano Ronaldo non è uno generoso in mezzo al campo, raccoglie palle e va in rete, è questo il suo marchio di fabbrica. Il Manchester United ha speso 95 milioni per Anthony che non mi pare stia facendo impazzire le folle per cui vedremo cosa accadrà in estate e se il Manchester guarderà con maggiore insistenza Osimhen. 
Il Napoli è partito prima perché ha un proprietario che ha nel suo dna la capacità di autocontrollo, la sua programmazione ciclicamente taglia i costi non più essenziali e ringiovanisce la rosa. Nel Milan invece è diverso perché la nuova proprietà quando è subentrata ha trovato una situazione non bella e sta puntando sui giovani. In questo momento però Napoli e Milan fanno da apripista per un calcio sostenibile che non genera rossi in bilancio. La Juve sta provando a rientrare in carreggiata, l’Inter vedremo”.