0 Condivisioni

Matteo Politano è stato multato dal Napoli per aver concesso un’intervista non autorizzata nella quale ha alimentato i dubbi sul suo futuro incerto. “Quando tornerò mi incontrerò col mio procuratore e con la società e decideremo cosa fare” aveva detto a Sportitalia in un locale di Formentera, dov’è in vacanza dopo la fine degli impegni con l’Italia di Mancini, confermando la volontà di partire per avere più spazio. La società come da regolamento interno per tutti i tesserati, provvederà alla multa. Politano non aveva avuto l’ok per rilasciare dichiarazioni che avranno anche un peso nel rapporto con la società e in vista dell’estate che lo vedrà protagonista. Politano cerca inedite motivazioni, vorrebbe ritrovare quella continuità che a Napoli ha perso nel finale di campionato, dalla Fiorentina in poi, diventando semplicemente la riserva di Lozano e non più la sua alternativa. A fine stagione c’è stato un incontro tra il calciatore, Spalletti e Giuntoli, un confronto decisivo al termine del quale Politano ha chiesto al suo agente di individuare una squadra dove potersi rilanciare. L’esterno, appena tre gol nell’ultimo campionato, ha capito che il prossimo anno, restando a Napoli, potrebbe avere ancora meno spazio. Un rischio che non vorrebbe correre. Hanno chiesto informazioni il Valencia di Gattuso, che sarebbe felice di ritrovarlo, ma anche Lazio, Milan e Fiorentina. Per ora si tratta di semplici chiacchierate esplorative. Politano ha un contratto fino al 2024 e dunque servirà l’offerta giusta per convincere la società a cederlo. L’intervista non autorizzata con conseguente multa rischia di preannunciare un epilogo tutt’altro che sereno della sua avventura al Napoli. Corrieredellosport