0 Condivisioni

Alla vigilia dell’anticipo di Europa League contro lo Spartak Mosca, il tecnico del Napoli Luciano Spalletti ha parlato anche a Sky Sport: 

Tante difficoltà ultimamente con gli infortuni, troppe?
“A me basta vedere gli occhi dei miei calciatori come entrano negli spogliatoi. Quello rimette a posto tutto. Ci sono dei momenti dove serve sobbarcarsi un qualcosa anche dei compagni. Ci faremo trovare pronti”.

Contro lo Spartak si può chiudere il discorso europeo
“Siamo stati bravi a rimettere in pari il discorso in Europa. È meglio chiuderla qui e non portarla ulteriormente avanti. Ma non facciamo diventare il ko con l’Inter più di quello che è. Cioè una sola sconfitta”.

Un mese importante, al momento sono out Osimhen e Anguissa
“Va richiamata la scelta di De Laurentiis di trattenere gente come Petagna e Ounas, sono tutte qualità che poi ci verranno comode. Abbiamo le possibilità di sopperire a questo momento. Il paradiso è sempre nascosto dietro le difficoltà, non ci arrivi facilmente. Quando ci sono non abbassiamo la testa, andiamo a guardarle negli occhi”.

I tempi di recupero dei giocatori ko
“Le assenze succederanno a tutti, noi l’abbiamo anche già superata all’inizio con Mertens, Demme e altri. Abbiamo fatto quello che dovevamo fare. In questo momento avere qualche compagno in più ci avrebbe fatto comodo. Ma la rosa è ampia e giusta. Ghoulam sta tornando, vedo la crescita di Zanoli, Malcuit. È una situazione momentanea”.

Osimhen spera di riaverlo col Milan (alla 18^ giornata il 19 dicembre, ndr)?
“Sì, Osimhen spero di riaverlo col Milan. Mi hanno detto i medici che non è un intervento che vieterà di recuperarlo tra tre o quattro partite”.