0 Condivisioni

“La variabile Mertens è la novità che sta preparando Luciano Spalletti per rendere il suo Napoli sempre più imprevedibile in fase offensiva senza togliere l’equilibrio nelle due fasi che consente alla squadra di essere anche la migliore difesa del torneo con soli tre gol subiti”. L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport scrive così sull’attaccante belga, che nelle idee del tecnico dovrà rivestire un ruolo molto importante nel cammino del Napoli ora che ha recuperato dall’infortunio

“Dries – ieri ad Amsterdam per un paio di giorni di vacanza con la moglie Kat – è rinfrancato e pronto a dare il suo contributo. Porta in dote i 135 gol realizzati in 8 anni al Napoli: il miglior cannoniere di sempre. E Spalletti è affascinato dalle qualità sia di leader nello spogliatoio sia di attaccante del belga. Intende sfruttarlo come prima punta (e a gennaio senza Osimhen diventerà indispensabile) ma anche per farlo agire dietro il nigeriano, oggi insostituibile per il suo eccellente rendimento” si legge sulla rosea.