0 Condivisioni

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, ha parlato a DAZN, dopo la vittoria contro la Juventus. Ecco quanto evidenziato da “Napoli Magazine”: “Qualche sbocco in piu’ l’abbiamo trovato nel secondo tempo. La maggiore pressione ha fatto sì che potessimo arrivare al gol. Ho sentito di errori individuali recriminati. Koulibaly? E’ una roba da toccare e vedere da vicino. Mette sempre quei 2-3 punti in piu’ degli altri, se uno mette 15, Koulibaly mette 18. Koulibaly è un grande uomo. Manolas ha detto che siamo fortissimi a fine gara? Poi le idee vanno eseguite. Anche io ho belle idee. Anche io voglio vincere la Coppa dei Campioni, non ci gioco per cui devo prima arrivarci. Ho trovato una squadra che vuole giocare, i ragazzi hanno capito che bisognava fare qualcosa in piu’ e l’hanno fatto. La Juventus, sulla trequarti, ha fatto un buon pressing. Mi hanno dato un po’ fastidio gli errori commessi. Possiamo fare meglio. Senza una vittoria nettissima, la squadra ha meritato di vincere. Si prende tutto il buono di questa gara e si tenta di migliorare la costruzione dell’azione. Manolas deve migliorare. Molti calciatori sono arrivati in ritardo in ritiro. Possiamo fare dei passi in avanti importanti. Anguissa è un calciatore fondamentale, ci completa con le qualita’ che non avevamo. Io devo dare qualcosa in piu’ a questa squadra. Gattuso aveva fatto un buon lavoro, abbiamo ripreso il discorso iniziato da lui. Si tenta di non andare in confusione. Dalla reazione di Osimhen alla prima partita, fino al non affogare in un bicchiere d’acqua. Sono cose che non si devono verificare. Ospina e’ stato bravissimo. Con due portieri top, Ospina mi ha fatto vedere che era un professionista e non si e’ abbattuto quando non ha giocato. E’ stato vicino alla squadra, e’ fondamentale”.