0 Condivisioni

Finisce senza reti una gara bruttina e nervosa, contrassegnata dai troppi falli degli spagnoli. Una furia de Laurentiis che a metà gara ha duramente protestato con l’arbitro.

LA PAGELLA DI TUTTONAPOLI 

Meret sv – Mai realmente impegnato, se non in qualche giro-palla senza troppa pressione (dal 45′ Contini 6,5 – Rispetto al compagno almeno deve compiere due interventi, e soprattutto il secondo degno di nota, e qualche uscita un po’ più sotto pressione)

Di Lorenzo 6 – Stranamente impreciso in diverse occasioni, a testimonianza della poca brillantezza dovuta ai carichi di lavoro di questi ultimi giorni di ritiro. Tiene comunque botta e concede poco o nulla (dal 70′ Zanoli sv)

Rrahmani 6 – Un errore grossolano ad inizio gara, qualche altra imprecisione ma anche diverse chiusure ed alla lunga si riprende con autorevolezza (dal 45′ Ostigard 6 – Poche sbavature, ma si prende anche poche responsabilità, scaricando le responsabilitò su Juan Jesus. Quando prova a sventagliare non sempre è preciso)

Kim 6,5 – Si lascia preferire nel pacchetto difensivo. Esce spesso palla al piede, provando a fare qualcosa di più in uscita nonostante la pressione degli spagnoli (dal 70′ Juan Jesus sv)

Mario Rui 6 – Un tempo senza strafare, provando a sbloccare l’azione in uscita e lanciando spesso Kvaratskhelia nello spazio. Difensicamente quasi mai sollecitatyo (dal 45′ Olivera 6 – Il primo test forse in cui è in buone condizione e finalmente mostra il suo passo, affondando con continuità sull’out mancino dialogando bene anche con Zerbin nell’ultima parte)

Anguissa 7 – Quantità, ma anche qualità. Si esalta nella lotta, essendo già in uno stato di forma ottimale, ma è autore anche di giocate di qualità e senza Fabian e Zielinski è lui che prova ad accendere la luce (dal 70′ Gaetano sv)

Lobotka 6,5 – In grande crescita fisica e oltre a smistare palla con qualità lo si vede aggredire con i tempi giusti e spezzare ogni ripartenza. Un aggancio sublime infiamma il pubblico, gioca sempre rapido ma senza Fabian o Zielinski la velocità del giro-palla ne risente (dal 45′ Demme 6 – Molta meno qualità, in qualche circostanza si fa sorprendere anche alle spalle non essendo al top. Francamente è evidentre in questo momento la differenza rispetto a Lobotka)

Elmas 6 – Non si vede tantissimo. Chiude qualche uno-due, spesso si crea dello spazio più esternamente, ma porta palla più che inserirsi senza palla e per una mezzala non è il massimo (dal 45′ Zielinski 6 – Sicuramente meglio rispetto al macedone: con lui almeno si torna a giocare talvolta di prima, trovando qualche verticale interessante)

Lozano 6 – L’unico a giocare tutta l’amichevole, senza mostrare particolari cali nella spinta. Manca però tutto il resto con poca lucidità nella scelta finale e troppi errori nell’ultimo passaggio.

Osimhen 6 – Inizia bene e solo due miracoli del portiere gli negano il gol, prima sotto misura e poi su un colpo di testa. Lotta, combatte, ma sbaglia davvero troppo tecnicamente e finisce per innervosirsi per le provocazioni e scorrettezze degli spagnoli (dal 70′ Petagna sv)

Kvaratskhelia 6,5 – Salta spesso l’uomo, senza incidere perché l’Espanyol poi lo stende regolarmente spezzando l’azione. Non manca qualche imprecisione anche da parte sua, ma i guizzi più belli portano comunque tutti la sua firma (dal 70′ Zerbin 6,5 – Ancora un bell’impatto, dando ampiezza, coinvolgendo Olivera, ma giocando anche nello stretto ed arrivando al tiro)