Il bomber Victor Osimhen
0 Condivisioni

LA PAGELLA DI OASPORT

Alex Meret 6,5. Risponde presente sulla sventola da fuori di Ricardo Horta a metà primo tempo, per il resto è ordinaria amministrazione, seppur in un paio di cross non legge perfettamente la situazione.

Giovanni Di Lorenzo 6,5. Solita  spinta costante contro una squadra che tiene il baricentro abbastanza basso. Così vengono a galla tutte le sue qualità tecniche permettendo così costanti scambi con Politano.

Amir Rrahmani 6. Poco impegnato, annulla Pizzi nel primo tempo costringendolo alla sostituzione. Qualche problemino in più con Abel Ruiz, ma pochi affanni.

Juan Jesus 6. Messo poco sotto pressione dagli attaccanti portoghesi, ma quando viene chiamato in causa risponde presente. Esce per un problema al fianco (Al 73′ Leo Ostigard 6. Usa sempre le maniere forti, combatte senza esclusione di colpi con Banza facendo sentire il fisico.)

Natan 6,5. Molto più propositivo rispetto alle prime uscite da terzino. Prende fiducia con il passare dei minuti e propizia il gol del 2-0 con una grande sgroppata. Secondo tempo meno aggressivo ma comunque sicuro.

Piotr Zielinski 6. Il primo tiro in porta del Napoli è il suo, impensierendo Matheus. Dà sempre supporto alla manovra offensiva come suo solito. (Al 60′ Jens Cajuste 6. Partita da compitino per lo svedese, che si mette a fare legna in mezzo al campo provando anche a farsi vedere nell’area avversaria.)

Stanislav Lobotka 6. Il Braga non pressa molto, quindi può giostrare una partita quantomeno ordinata con il Napoli che può ordire le sue trame. (Al 69′ Gianluca Gaetano 6. Rispolverato da regista mobile, evidenzia un paio di tocchi interessanti in fase di costruzione.)

Frank Andrè Zambo Anguissa 7. Calma olimpica per il numero 99, che giganteggia in mezzo agli avversari. Altro passo, altra tecnica, va anche vicino ad un meritato gol: dominante.

Matteo Politano 6,5. Si conferma in palla accentrandosi costantemente e provando la conclusione. Prova spesso ad assistere i compagni, è artefice dell’autorete di Serdar. (Al 60′ Eljif Elmas 6. Si mette sulla destra con possibilità di accentrarsi, il macedone prova a portare elettricità in un sonnecchiante secondo tempo con un paio di numeri.)

Victor Osimhen 6,5. Come festeggiare il Pallone d’Oro africano in maniera migliore? Tornando al gol dopo due mesi. Si fa trovare pronto avanti a Matheus, seppur con un po’ di fortuna. (Al 69′ Giacomo Raspadori 6. Fa la punta mobile, cucendo anche un paio di bei palloni per i compagni di squadra, manda Kvaratskhelia in porta con un gran lancio. Associativo.)

Khvicha Kvaratskhelia 6. Prova ad accendersi spesso con le sue fiammate, con un Natan comunque propositivo ma non troppo si ritrova spesso raddoppiato. Cerca il gol maledettamente, viene fermato da Matheus nel secondo tempo.

All: Walter Mazzarri 6,5. Obiettivo raggiunto con una comoda vittoria, ma il suo Napoli era apparso più volitivo e propositivo rispetto a quello precedente anche nelle sconfitte. Vittoria che alza il morale, e ottavi di Champions League conquistati.