Antonello Perillo, vicedirettore nazionale della Tgr Rai
0 Condivisioni

Ecco quanto scrive sui suoi canali Social il vicedirettore nazionale della Tgr Rai Antonello Perillo: “Nonostante la buona volontà e l’impegno, il #Napoli esce sconfitto anche contro la #Juventus. E sono 5 le partite perse in appena 15 giornate, con 12 (addirittura 14 se l’ #Inter dovesse vincere) dalla vetta: una vera debacle, con pochissimi precedenti, per una squadra chiamata a difendere il titolo conquistato pochi mesi prima. Come accaduto contro il #RealMadrid e i nerazzurri di #Inzaghi, la squadra di #Mazzarri ha pagato pegno nella ripresa, dopo aver disputato un ottimo primo tempo. Il rimpianto più grosso è nell’incredibile errore di irriconoscibile #Kvaratskhelia, che si è divorato un gol già fatto. Un episodio che, se fosse andato diversamente, avrebbe potuto cambiare la direzione della partita. Malissimo #Natan, che in un ruolo non suo è stato a ripetizione messo in crisi da #Cambiaso. Sul gol segnato da #Gatti, come in almeno altre tre occasioni avute dalla Juve, va evidenziata l’ormai cronica fragilità del pacchetto centrale difensivo. Inutile ripetere quanto sottolineato da agosto: #Kim andava rimpiazzato diversamente; senza il coreano lo stesso #Rrahmani non è più lui. A proposito del mercato, la scelta di Mazzarri di sostituire nel ruolo di ala destra #Politano con #Raspadori conferma che i 25 milioni spesi per #Lindstrom sono stati un investimento folle, visto che il danese con il 4-3-3 non c’entra nulla. Quei soldi si sarebbero dovuti dirottare sull’acquisto di un difensore centrale di grande spessore. Ora la squadra deve subito ritrovare energie e concentrarsi sull’appuntamento con il #Braga. Il passaggio agli ottavi di #ChampionsLeague è il minimo sindacale per una stagione che sul fronte scudetto è già finita”.