0 Condivisioni

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Mario Sconcerti, giornalista de La Repubblica: “Bilanci dopo le prime tre giornate? È ancora troppo presto per farne, penso che si debba attendere almeno fino al decimo turno. È innegabile, comunque, che la Juventus sia in profonda crisi, viene da una stagione deludente, ha perso il suo miglior giocatore (Cristiano Ronaldo) e non ha risolto sul mercato i suoi problemi di organico. La sorpresa negativa finora è l’Atalanta, da cui mi attendevo un definitivo salto di qualità. Inter favorita per lo scudetto? Credo che non ci siano favorite in questo campionato, nessuna squadra si è rinforzata e ciò ha equilibrato i valori delle prime sei-sette squadre. Un giudizio sul Napoli? È completo, può lottare per lo scudetto. Anguissa è più forte di Bakayoko e, a differenza delle altre formazioni, non ha venduto alcun pezzo pregiato. Il rinnovo di Insigne? Non penso che il calciatore abbia voglia di andare via dal Napoli. Se non ancora c’è stata la firma, è perché le parti in causa vogliono far prevalere la propria posizione”.