Condivisioni 13

Il quotidiano di Torino ammette la netta supremazia partenopea, vanno considerati anche i due rigori non dati agli azzurrissimi ed il netto errore dell’assistente Vuoto che ha fermato Mertens prima del tap-in vincente: “La pienezza, e il vuoto pneumatico. Gli estremi si toccano per definizione anche a questo giro, nel senso che per 90 minuti si ritrovano sullo stesso rettangolo, ma poi originano da un lato un’esaltazione da miglior Barcellona che fu, e dall’altro la liquefazione di ogni muretto di cinta, o anche solo di contenimento. Il Napoli devasta il Toro con una freschezza, una purezza e una dolcissima capacità di fraseggio, nonché balistica. Ci passeggia sopra senza nemmeno infierire, ed è tutto dire: perché la partita sarebbe potuta finire anche 7, 8 a 1. E il primo tempo almeno 3 a 0, invece che col minimo scarto. Ma i granata hanno fatto di tutto (in un masochistico paradosso, dopo il derby di una settimana fa) per aprire le porte dello loro castello di paglia e mettersi in fila: così da ricevere in faccia una pizza dopo l’altra, chiaramente alla napoletana”.  

Chi è stato il miglior azzurro di questa stagione?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
  • filmauri

    Ricordiamo che due di quegli scontri diretti contro Juve e Roma sono arrivati immediatamente dopo l’infortunio di Milik e di Albiol.
    E questo ha inciso non poco nel nostro rendimento e sulle due sconfitte che sono arrivate, peraltro entrambe agevolate da nostri errori difensivi.
    Infatti è stato a ottobre che abbiamo perso contatto con le nostre due rivali. Quando Sarri è riuscito a ritrovare i corretti equilibri e Mertens ha cominciato ad adattarsi al nuovo ruolo abbiamo raddrizzato il girone di Champions e abbiamo macinato una marea di punti in campionato.

  • Umberto

    Gli errori accadono a tutti… accadono a noi… ma tutto sommato di più quest’anno il Napoli difficilmente avrebbe potuto fare…
    perfino la Juve ha perduto col Genoa che se non retrocede è solo perchè il Crotone si è …svegliato…tardi…
    della Roma NON ne parliamo…
    Se ci sono degli errori certamente si potranno e si dovranno evitare…

    Ma la sostanza relativa ai piazzamenti STA ALTROVE e ieri si è visto bene…
    la regia ha programmato i fatti e li ha realizzati…
    Solo una potenza economicamente molto superiore alla nostra attuale…potrebbe mettere nel nulla la programmazione del…potere.

    NONOSTANTE questo il Napoli è ..e resta la cosa migliore del campionato di serie A, NON solo la cosa più bella.
    Di altro NON mi interessa…
    Che DELA, faccia quanto può… poi che accada quel che …accade….
    se le vittorie vere devono essere – sia pure alla lontana – determinate dal potere… SE LE TENGANO….

    • AntonioMarano

      Guarda, che la sostanza dei piazzamenti ha deciso pure per lo scorso anno e tu lo vuoi a Grassi e Regini.

  • per una volta nella vita sono d’accordo con de maggio di kiss kiss, parlando con Del Genio sta affermando che dobbiamo liberarci dagli alibi degli arbitraggi e dobbiamo guardare in casa nostra ….. mi sento di condividere in fondo questo pensiero …

  • Marittiello, detto Mary – FNS

    E’ vero che il Napoli di Sarri non poteva dare di piu’ di quelli che ha dato nelle tre competizioni, buttando il cuore ben oltre l’ostacolo della porta sbattuta da Higuain, del fallimento Gabbiadini, del pacco Maksimovic, dell’infortunio di Milik, della lentissima capacita’ di apprendimento di Rog. Grande Sarri, che e’ riuscito a giocarsela fino in fondo contro una Roma resa stratosferica dalle “grazie ricevute”.

    Ma e’ altrettanto vero che ADL ha raggiunto il limite massimo di quello che puo’ dare a questo Napoli
    Perche’ non sa fare neglio ?
    Perche’ non vuole fare meglio ?
    Perche’ non puo’ fare meglio ?
    Perche’ non dipende solo da lui ?
    Boh ???

    L’ho applaudito fino a un paio di anni fa…
    Poi basta
    La bancarella dei veli pietosi sulle sue esternazioni dei superfans fa affari d’ oro ?
    accattataville

    Ma faciteme ‘o piacere…