8 Condivisioni

Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, ha parlato in Press Conference “Napoli è una città fantastica, sarebbe bellissimo vincere qui. Non siamo la società più forte e potente. Chi pensa di non poter vincere qui puo’ avere una mente malata. Se entri in una concessionaria e io ho in tasca 5 milioni e tu 500mila euro, l’auto piu’ forte la compro io. Gli episodi incidono. Nelle 35.ma giornata se togli le differenze di orario. Non siamo stati fortunati negli episodi. Siamo la squadra che ha preso più pali. Qualcosa ha inciso in negativo. Quello che ti fa vivere questo popolo e’ un qualcosa che incide in maniera pesante ed incide pure nel metterti la paura che tutto questo possa finire. Voglio lasciare con questo amore reciproco nei confronti dei napoletani. In passato ha inciso in positivo. Dopo la notte di Madrid, una delle componenenti per cui sono rimasto volentieri è l’amore dei tifosi. La scadenza? A fine campionato ho 11 giorni di tempo. Ci tengo alle prossime due partite, che non sono inutili. Lotterò perche’ questa squadra lotti oltre i novanta punti. Anche De Laurentiis ha un’opzione di uscita. Mi e’ dispiaciuto piu’ per Spalletti, che si e’ visto attaccare. Hamsik ha detto che devo restare? Altrimenti lo porterò via con me… (sorride, ndr). 50% e 50%? Non so. A Firenze siamo andati gia’ con la morte nel cuore, abbiamo subìto un contraccolpo, poi c’e’ stata subito l’espulsione di Koulibaly. Abbiamo fatto due erroracci contro il Torino. L’aspetto mentale mi è piaciuto. Quando perdi devi stare zitto, altrimenti avrei detto due-tre cose. Tentazione di restare dopo “Sarri uno di noi” sugli spalti? E’ forte, ma non può essere l’unica cosa. Con De Laurentiis posso parlare in qualsiasi momento”.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.