ignazio-marino-vuoi-imparare-cosa-e-una-pedon-L-N3zBA8

Scattano i controlli per i gestori di locali e ristoranti situati sull'incantevole via Partenope e i primi dati che sono emersi sono abbastanza sconcertanti. La Polizia Municipale ha infatti effettuato delle verifiche per confermare il possesso dei regolari permessi per poter sistemare, subito fuori l'ingresso dei locali, gazebo, sedie e tavoli. Ebbene su quattordici ristoranti controllati, solamente quattro sono risultati in possesso dei suddetti permessi mentre gli altri dieci sono stati multati per irregolarità.

Nello specifico, di questi dieci ristoranti ben otto hanno sfruttato indebitamente 25 metri quadrati in più rispetto a quanto era stato loro concesso, occupando in modo abusivo il suolo pubblico, mentre altri due non avevo i permessi necessari da parte del Comune per sistemare sedie e tavolini. Sono, quindi, scattate le sanzioni, a carico dei dieci gestori, ai sensi dell'articolo 20 del Codice della Strada. Nei prossimi giorni saranno effettuati altri controlli anche in altre circoscrizioni della città.

 

ART. 20 CODICE DELLA STRADA – Occupazione della sede stradale:

1. Sulle strade di tipo A), B), C) e D) è vietata ogni tipo di occupazione della sede stradale, ivi compresi fiere e mercati, con veicoli, baracche, tende e simili; sulle strade di tipo E) ed F) l'occupazione della carreggiata può essere autorizzata a condizione che venga predisposto un itinerario alternativo per il traffico ovvero, nelle zone di rilevanza storico-ambientale, a condizione che essa non determini intralcio alla circolazione (Comma così modificato dall'art. 29, L. 7 dicembre 1999, n. 472).

2. L'ubicazione di chioschi, edicole od altre installazioni, anche a carattere provvisorio, non è consentita, fuori dei centri abitati, sulle fasce di rispetto previste per le recinzioni dal regolamento.

3. Nei centri abitati, ferme restando le limitazioni e i divieti di cui agli articoli ed ai commi precedenti, l'occupazione di marciapiedi da parte di chioschi, edicole od altre installazioni può essere consentita fino ad un massimo della metà della loro larghezza, purché in adiacenza ai fabbricati e sempre che rimanga libera una zona per la circolazione dei pedoni larga non meno di 2 m. Le occupazioni non possono comunque ricadere all'interno dei triangoli di visibilità delle intersezioni, di cui all'art. 18, comma 2. Nelle zone di rilevanza storico-ambientale, ovvero quando sussistano particolari caratteristiche geometriche della strada, è ammessa l'occupazione dei marciapiedi a condizione che sia garantita una zona adeguata per la circolazione dei pedoni e delle persone con limitata o impedita capacità motoria (Periodo così sostituito dall'art. 29, L. 7 dicembre 1999, n. 472).

4. Chiunque occupa abusivamente il suolo stradale, ovvero, avendo ottenuto la concessione, non ottempera alle relative prescrizioni, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 168 a euro 674.

5. La violazione di cui ai commi 2, 3 e 4 importa la sanzione amministrativa accessoria dell'obbligo per l'autore della violazione stessa di rimuovere le opere abusive a proprie spese, secondo le norme del capo I, sezione II, del titolo VI

 

 

 Giorgio Perillo

 Laureando in Giurisprudenza, collaboratore di "Azzurrissimo", ideatore e CEO di TechnoAdvice, il sito per gli appassionati di tecnologia ed informatica. 

 Info: http://www.giorgioperillo.it

 

  • Maurì


    neaples1904:

    DA CALCIONAPOLI24
    Ai microfoni di ‘Radio Kiss Kiss Napoli’ è intervenuto il responsabile della comunicazione della SSC Napoli, Nicola Lombardo: “Siamo indignati per quanto è successo tra il presidente e quel tifoso. Tutto si può dire, ma una cosa va chiarita: ho coordinato personalmente la telefonata di De Laurentiis al tifoso in cui il presidente ha chiesto scusa. A questa telefonata hanno assistito almeno tre persone: un calciatore del Napoli, un mio collaboratore e un’altra persona a me cara. Non solo, le scuse sono state accettate da questa persona che ha anche preso un appuntamento col presidente per incontrarlo negli uffici della ‘Filmauro’ il giorno successivo. Ma, vi dirò di più, abbiamo addirittura fatto una conference-call tra me, De Laurentiis e il tifoso. Quest’ultimo ha chiaramente detto di non aver intenzione di rilasciare interviste, ma che avesse soltanto volontà di incontrare il presidente personalmente. Non mi son piaciute le falsità dette dal tifoso. Volevo fare chiarezza sul caso”.
    CHI E’ CHE SI E’ PRESO LA BRIGA DI aizzare il tifoso contro de laurentis?
    chi ? ha rotto la mazza per creare disordini ?

    Sicuramente un amico o parente avvocato gli avrà fatto capire che aveva sbagliato ad accettare le scuse e che poteva sfruttare l’occasione.

    Ora, potrei capire le rimostranze di questo signore se fosse stato percosso. E sicuramente Dela ha fatto una str*nzata. Ma per quello che si intuisce dal video mi sembra chiaramente una speculazione bell’e buona.

    Speriamo almeno che serva di lezione al presidente, perché non può fare uscite dl quel genere.

  • Maurì

    Alla faccia, otto ristoranti su dieci non in regola?

  • Giorgio

    10 su 14 non in regola… e di quei dieci ce ne sono 8 senza regolare permesso… abbastanza sconcertante!

  • Giorgio

    alla fine se il MASSIMO della sanzione è 674€ … non lo trovo un gran deterrente.. alla fine per quei ristoranti si tratta di mezza giornata lavorativa e hanno pagato la multa.

  • Maurì


    Giorgio:

    alla fine se il MASSIMO della sanzione è 674€ … non lo trovo un gran deterrente.. alla fine per quei ristoranti si tratta di mezza giornata lavorativa e hanno pagato la multa.

    In effetti no, a maggior ragione su una arteria di quel genere. Forse a ridosso delle elezioni hanno voluto dare un segnale senza infierire. Tutto sta a capire qual è la sanzione massima per questo genere di infrazioni. Forse non è 674 euro. Oppure sì?

  • Giorgio

    ho allegato apposta l’articolo in questione del Codice della Strada e il comma 4 recita:

    Chiunque occupa abusivamente il suolo stradale, ovvero, avendo ottenuto la concessione, non ottempera alle relative prescrizioni, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 168 a euro 674.

    Purtroppo potresti avere ragione tu in merito al perchè di questi controlli, ma in ogni caso è ridicola una sanzione del genere.. dovrebbero comminare pesanti sanzioni e inibire totalmente l’abuso di suolo pubblico. Stessa questione per gli abusivi a via Caracciolo e via Partenope che occupano in maniera sicuramente più fastidiosa il suolo pubblico…

  • Maurì

    Ah è vero, non avevo letto fino in fondo. In effetti mi sembra pochino.
    Purtroppo il problema delle regole, a Napoli come altrove, è sempre lo stesso. O le fai rispettare sempre, oppure non serve a niente. Il senso civico non si forgia multando le persone senza casco solo i primi tre giorni dopo l’entrata in vigore di una legge. Per dire.

  • Giorgio

    sottoscrivo ogni singola parola!

  • Giorgio

    NUOVO POST