Condivisioni 2

PROBABILI FORMAZIONI

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. Allenatore: Sarri.

Squalificati:

Indisponibili:

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Sanchez, Gonzalo, Tomovic; Chiesa, Vecino, Badelj, Maxi Olivera; Bernardeschi, Ilicic; Kalinic. Allenatore: Sousa.

Squalificati: Borja Valero, Astori

Indisponibili:

STATISTICHE OPTA

134ª sfida in Serie A tra Napoli e Fiorentina: avanti i viola per 51 vittorie a 45, 37 pareggi completano il quadro.

Napoli imbattuto (3V, 2N) nelle ultime cinque sfide di campionato contro la Fiorentina: l’ultima vittoria viola risale a marzo 2014, proprio al San Paolo.

Il Napoli ha conquistato 26 punti dall’inizio di marzo, almeno quattro più di ogni altra squadra in questo campionato.

I partenopei arrivano da tre successi consecutivi in campionato: nell’attuale torneo non sono mai arrivati a quattro vittorie consecutive.

La Fiorentina subisce gol da sei partite di campionato (2.3 di media a partita): la Viola aveva tenuto la porta inviolata in tutte le precedenti quattro.

La Viola ha vinto solo una delle ultime sette trasferte di campionato (3N, 3P) e ha subito almeno due reti in cinque di queste gare.

Il Napoli è a sole due lunghezze dal suo record di punti in Serie A (82 registrati nello scorso campionato) e a una vittoria dall’eguagliare il suo record di gare vinte in una singola stagione nella massima serie (25, sempre nel 2015/16).

14 degli ultimi 16 gol della Fiorentina in Serie A sono arrivati nei secondi tempi e in trasferta i viola non sono ancora riusciti a segnare nel primo quarto d’ora di gioco in questo campionato (unica squadra con Genoa e Pescara).

L’ultima doppietta in Serie A di Federico Bernardeschi è arrivata contro il Napoli nella gara di andata: da allora solo due reti in 12 presenze di campionato per il 10 Viola.

Dries Mertens ha trovato il gol in tutte e tre le gare iniziate da titolare contro la Fiorentina in Serie A.

Mertens è il giocatore che nel 2017 ha sia segnato più gol (14, come Dzeko e Higuaín) che fornito più assist (otto) in A. Eurosport

  • Umberto

    Con Mertens è stato trovato l’accordo, BENISSIMO.
    Quando la firma ???

  • filmauri

    Stanno trattando. Per trovare un accordo bisogna essere in due. Piuttosto trovo un po’ assurdo esultare o insultare Bargiggia prima che arrivi una conferma o un tweet.

    • Goldstein

      Secondo me invece Bargiggia lo si può offendere a prescindere 😂😂😂
      Nella partita di andata di Coppa Italia il Napoli ha dato piena impressione di poter vincere. Solo un certo Valeri non era d’accordo.
      E la storia cambiò

      • filmauri

        Sulla partita ho un ricordo diverso. Non ricordo parate particolari di Neto, per esempio.
        Quanto a Bargiggia, invece, sono pienamente d’accordo. 👍👍👍

    • forzanapoli978 compraci cavani

      Fanno bene fanno bene. È un incompetente razzista merita spennacchiamenti continui

      • filmauri

        Scusa ti ho risposto col mio altro nick.

        • forzanapoli978 compraci cavani

          Penso che gli spennacchiamenti di Bargiggia averranno nel 2018. Per ora credo e spero che staremo sereni

  • secondo me uno degli obiettivi di fine stangione del Napoli dev’essere far segnare tre gol al Capitano, raggiungere Maradona come goleador sarebbe la giusta consacrazione per questa splendida stagione di Marek

    • Umberto

      Secondo me.. prima si vince… chi segna segna…
      se accade o non accade… c’è anche l’anno prossimo per fare solo 4 gol… e per superare Diego…

      • la roma gioca prima di noi, se nel pomeriggio vince, a quel punto per me meglio provare a far segnare Hamsik

  • Umberto

    Discorso Juve
    Già quest’anno io ho avuto la sensazione che il Napoli potesse battere la Juve… poi non è accaduto proviamo a vedere perchè…
    al di là della rosa molto più competitiva della Juve… come tutti sanno e come gli stipendi dicono (Ai primi dieci posti relativamente agli importi …i primi nove sono dei giocatori bianconeri e l’altro riguarda De Rossi ).
    – 1 gara di andata in campionato,
    a- contro i bianconeri la gravissima assenza di Albiol che sarebbe rimasto fuori per oltre un mese: Quando si parla degli errori di Ghoulam…si parli prima della mancanza del difensore centrale di riferimento.
    b- la mancanza di Milik – che sembrava stesse vincendo la scommessa relativa alla sua scelta…
    c)-un Mertens validissimo…ma non ancora centravanti vero…
    d) – un Gabbiadini …NON inserito dall’inizio… e forse da qui la demotivazione del ragazzo…poi venduto;

    -2 gara di ritorno in campionato
    … la Juve a fare catenaccio… e ci sta… ma in 85 minuti la Juve NON ha fatto un tiro nella nostra porta, nemmeno un contropiede… Rafael (NON Reina) spettatore NON pagante;
    per 35 minuti consecutivi i bianconeri non hanno superato non la linea di centrocampo… no…la loro trequarti…
    COME si vede anche in queste occasioni …vi è l’assoluta ESIGENZA da parte nostra di DOVER MIGLIORARE nelle REALIZZAZIONI:
    il numero di gol è di certo copioso…ma … NON sempre sufficiente per vincere, NONOSTANTE LA CLAMOROSA QUANTITA’ DI AZIONI PRODOTTA..

    3- gara di andata di Coppa Italia
    … in 30 secondi il simbolo dell’intero campionato:
    Atterramento di Albiol davanti all’area piccola …si fa correre…
    capovolgimento di fronte …inesistente rigore a favore dei bianconeri.
    nel dubbio sempre a favore della Juve…IN TUTTE LE PARTITE che contano…NON solo contro il Napoli… quando la Juve ha difficoltà… spudorato favoritismo… celato dall’imprevedibilità del gioco del calcio… imprevedibilità … PREVEDIBILMENTE… a senso unico e sempre a favore della Juve…

    4- gara di ritorno di Coppa
    … bisognava segnare tanto e ci riusciamo … A parti invertite la Juve ci sarebbe riuscita…???
    a già… i se… ed i ma… non possono cambiare il passato….

    ma ‘se’ i favori…???? E Jaaaa..
    Sono stati tanti… NON li si possono ipotizzare a favore del Napoli ?…. Certo che …NO !!!
    E personalmente NON li voglio proprio…
    Ma qualcuno in meno contro…????

    • forzanapoli978 compraci cavani

      La realtà dei fatti è questa!

  • Umberto

    Nel prossimo mercato la Juve certamente comprerà con lo scopo di rafforzarsi.
    Dico questo per chiarire che se pensiamo di rafforzarci SOLO tenendo i buoni… è una cosa vera e realizzabile… ma probabilmente INSUFFICIENTE.

    NON sarà facile migliorare questa rosa, nondimeno c’è necessità di maggiore fisicità in mezzo al campo ABBINATA alla tecnica che ci consenta di giocare…alla Sarri.
    Nessuno mi toglie l’idea che l’anno scorso se accanto a David Lopez avessimo avuto un Gargano quando si doveva far tirare il fiato a metà partita ce la saremmo giocata fino alla fine…
    Mancando il picccoletto SI DOVEVA COMPRARE il CENTROCAMPISTA in più.
    La società COLPEVOLMENTE NON lo fece

    ED ORA nonostante i bravi e forti ragazzi tutti futuri campioni che con un anno in più cresceranno… ABBIAMO BISOGNO di uno di gran personalità ed esperienza là in mezzo… che contribuirà NON solo ad affrettare quelle crescite… ma anche a darci quella sicurezza in più nei momenti …no… che capitano perfino alla super forte, superstrutturata, super fatturata, super pagata, super protetta Juve…

  • Umberto

    Il vice Reina deve essere preso.
    NON possiamo affidarci, a Rafael quella volta che capita ( a maggior ragione se dovesse capitare spesso…corna facendo)
    e quando dico Rafael… in realtà dico qualsiasi OTTIMO GIOVANE che tra qualche anno potrà anche diventare un…campionissimo… E’ esperienza già fatta!!!
    Inoltre NON tutti i portieri entrando a freddo…danno il loro buon contributo!
    Vale per molti, ancora di più vale per i giovani portieri.. che per crescere hanno solo una possibiltà: GIOCARE CON GRANDE CONTINUITA’.
    A me piace Meret più del ragazzo del Benevento… se si ha la forza economica…lo si prenda OGGI … ma per lasciarlo alla Spal oppure ad Udine…
    Nel frattempo che si dia il numero …12… a qualcuno che NON faccia storie e che dia comunque sicurezza: UNO GIA’ ESPERTO che entrando a freddo NON faccia cappellate.

  • Andrea88

    Per vincere lo scudetto il prossimo anno a mio avviso servono 3 cose:
    -1/2 rinforzi seri confermando TUTTI i migliori che già abbiamo
    -che la Juve, qualora vinca la Champions, l’anno prossimo si conceda finalmente qualche pausa, anche se dovesse ulteriormente rinforzarsi
    -che Inter e Milan nonostante le cifre faraoniche (pare) che sono pronte a spendere, non siano ancora necessarie per il prossimo anno per competere per lo scudetto

    • Umberto

      Le Milanesi NON hanno bisogno di molto tempo per competere… una volta rafforzate adeguatamente… tradizione, immagine industriale di traino, potere, che generano spontanea tutela protettiva… affretteranno i tempi – certo necessari, come per tutti – …ma NON millenari come da noi.
      Il loro habitat sia della tifoseria , che dei giornalisti locali è però inadeguato … non molto competente …molto illuso essendo viziato per le molteplici e notevoli vittorie trascorse… eppure hanno quella fame immediata che non consente loro di vedere gli errori che le loro società ripetono …da anni.
      Speriamo continuino così.

      Detto questo …siamo noi che quando potremmo profittare… dovremmo fare quel di più che la società AD OGGI NON ha mai VOLUTO fare, nei suoi limiti angusti… ma …NON INSUFFICIENTI a cogliere le occasioni !

  • El Fuser

    Per quanto riguarda il capitolo portieri forse Perin rappresenta la scelta più oculata. Forte, uno dei più promettenti tra quella della sua generazione (Donnarumma fa storia a sé) e già con tanta esperienza alle spalle. Arriva da un infortunio e quindi ha tutto l’interesse a rientrare con calma, senza essere scaraventarlo subito in campo, tantomeno caricato di eccessive responsabilità. Se ci aggiungiamo il prezzo, sicuramente meno esoso che in passato, direi che Perin più che una scommessa rappresenterebbe un rischio calcolato.

    • Umberto

      Dalla Samp ,… Perin e Quagliarella…- in uscita: i portieri e Pavoletti
      Dall’Atala …Conti – in uscita Maggio
      Dalla Fiore … Chiesa – in uscita Giaccherini
      dall’Inghilterra …Janmaat … in uscita Strinic ( ma mi dispiacerebbe mooolto)
      Dalla Francia …Ghonalons -nessuno in uscita

      • El Fuser

        Mi trovi d’accordo su tutto, eccetto Quagliarella e Ghonalons. Al primo preferirei di gran lunga Dolberg, ma quella è una mia fissazione, mi ricorda tanto Johan Cruijff. Il secondo mi è antipatico, per la telenovela passata, ma forse mi basterebbe vederlo in azzurro per dimenticare…

  • AntonioMarano

    Va benissimo confermare tutta la rosa, perché ormai questi si conoscono a memoria ma soprattutto conoscono il gioco di Sarri che è la vera forza di questa squadra, ma attenzione perché non è tutto rosa e fiori.
    La stagione di quest’anno non è del tutta da prendere in considerazione, troppe e troppe gare con avversari senza più interessi se non a sprazzi.
    Mi gratto fino alla prostata, ma molto probabilmente andremo ad un preliminare di Champions e quindi servirà una squadra che sappia nei suoi undici gestire l’evento. Quindi il gioco di Sarri deve essere garantito al mille per cento.
    Attenzione però, il gioco va bene fino ad un certo punto, perché si sono visti i limiti di questa squadra anche in condizioni eccellenti. Gli azzurri dovranno partire tra i favoriti nel prossimo anno e le aspettative stanno crescendo stagione dopo stagione. Quindi saranno meno tollerati gli errori e le scuse avranno meno peso quanto riguarderanno l’età inferiore e la poca esperienza di altri. Altro discorso il fatturato.
    In questa sessione di mercato, come dico ormai da anni, servirà qualità ed esperienza, con giocatori consoni al gioco di Sarri e non necessariamente dal cartellino esoso, ma con un ingaggio almeno di pari livello dei nostri più bravi.
    In pratica, o si cerca da qualche scontento delle grandi squadre, abbinando varie formule che l’attuale mercato consente, oppure andare diritti verso le esigenze del Mister ma che siano con lui ben coordinate.
    La squadra confermata ha bisogno di qualità ed esperienza.

    • Goldstein

      Non dimentichiamo che Milik il prossimo anno è pronto, quindi si può variare la prima punta e/o passare al 4-2-3-1 come già fatto quest’anno. Variante tattica nolto interessante a partita in corso.

      • AntonioMarano

        Gold, non è la fase attiva il problema, ma quella passiva.
        Il gioco di Sarri deve prevedere ritmi alti che fisico e attenzione, sui 90 minuti, sono alquanto difficili quando difronte trovi qualità di pari livello e superiore (vedi Real).

        • Umberto

          Le realizzazioni sono un problema se produci 10 azioni di cui sei pericolose e segni solo due gol.
          Figurarsi meno… specie se il risultato è in bilico.

          • AntonioMarano

            L’attuale finalizzatore del Napoli è un ex trequartista. Ci sono i pro e i contro.
            Non credo sia un problema la fase attiva per il fine realizzativo, ma lo è sicuramente per gli equilibri in campo e la gestione delle risorse fisiche.

          • Wpocho

            Ottimo n.2

          • Umberto

            Io NON parlo del nostro capocannoniere, nel Napoli oltre a Mertens i finalizzatori attuali sono tre ( Insigne, Callejon, Hamsik) se non vogliamo contare Milik.
            Serve uno …bravo tecnicamente ed esperto del gol in Italia… a completare l’opera… ovvero Quagliarella

          • AntonioMarano

            Si, ma hai parlato di chi si mangia i gol e Mertens se strafoga nu cummule e gol.

    • Wpocho

      Quando scrivi così mi piace.

  • Marittiello, detto Mary – FNS

    Quanto mi divertono le argomenrazioni degli incompetenti inconsapevoli, fans di ADL con l’intimo bianconero.

    Ma di piu’ mi piacciono e condivido, le documentate argomentazioni di Umberto, senza claque e sempre coerenti ed esaustive con piedistallo ad alzo zero…

    Mo’ il Sarri dei records ha fatto bene per la mediocrità degli altri…

    Ma facitemo ‘o piacere..

    • fidel

      Che questo campionato sia di una pochezza tecnico/tattica disarmante non lo si dice solo qui.
      Quasi 80 punti tra la prima e l’ultima…
      Giochi fatti (tranne per noi e la Roma) su tutto ciò che conta, già da tempo.
      Le due milanesi che fanno a gara a chi rende più palese la volontà di non andare in Europa league.
      Squadre come l’Atalanta che, nonostante abbia fatto esordire miriadi di baldi (e bravi) giovanotti, arriva in Europa dopo 150 anni…
      Le italiane in Europa league fuori quasi subito…
      Non volendo necessariamente ridurre i merito di Sarri e dei suoi ragazzi, ma non si può non tenere conto di ciò.

    • Umberto

      Io sto cercando sempre il piedistallo… ma è un peccato che sia ad alzo…zero… forse è per questo che non lo vedo…
      Peccato… mi volevo illudere di essere maggiormente in vista.

  • AntonioMarano

    Marettiello mi ricorda l’infanzia.
    Quando ero piccolo e facevo i capricci per non andare a scuola, i miei genitori mi dicevano senza scuola cosa e chi potevo mai diventare. La mia risposta fu: Marettiello.
    Marettiello era il ragazzo delle consegne a domicilio, decisamente cresciuto per essere ancora ritenuto ragazzo e con un bagaglio culturale alquanto ridotto. Non di cattiva famiglia e neanche bisognosa, ma quella poteva essere la sua unica occupazione.
    Poverino, divenne lo zimbello della zona, non avrei mai voluto perché l’ho sempre rispettato e ci giocavo anche a pallone nonostante io avessi 6/7 anni e lui molti di più, ma la mia fu una battuta che molti ascoltarono.
    Da allora, nella zona, quando si parlava di personaggi con scarso futuro, li si apostrofava con un Marettiello.
    Senza offesa a tutti i Marettiello, è solo un aneddoto… un poco come gli Amedeo del film di Salemme.

  • per me la squadra è completa dal punto di vista tecnico e numerico, ma è al contempo migliorabile con tre/quattro innesti che aumentino i livelli tecnico, di esperienza e del testosterone …. sostituendo tre punti meno forti che per me sono:
    un terzino al posto di Maggio …. direi Fabinho o Darmian
    un esterno al posto di Giaccherini …… direi Bernardeschi
    un centrocampista forte alla Nainggolan (quì potrebbe partire Rog in prestito, non è una bocciatura ma il belga ti cambia il centrocampo)
    un attaccante promettente al posto di Pavoletti …….. Dolberg?