La sesta giornata di serie A disegna una nuova classifica per il campionato italiano. Classifica che presenta un dettaglio non nuovo. Nella zona alta, infatti, le due protagoniste della stagione scorsa si affermano e staccano le altre contendenti. Juventus e Napoli iniziano a dare i primi segni concreti di quella differenza che intercorre tra loro e le restanti squadre e che le rende le più quotate per la vittoria finale. Ovviamente, come prima dell’inizio del torneo, le probabilità di vedere assegnato ai bianconeri il sesto Scudetto di fila superano e di gran lunga quelle di rivedere il trofeo alle pendici del Vesuvio.
È necessariamente così, in virtù della qualità e del valore che risiedono dietro ai nomi che compongono la rosa della Vecchia Signora. Quel che non appare scontato è la variabile che va sotto il nome di “bel gioco”. Nella partita che ha visto la Juventus vincere per 1-0 sul campo del Palermo, il bel gioco non ha certo fatto da protagonista. La partita è stata vinta grazie ad un episodio e certamente i campioni d’Italia non hanno reso secondo le potenzialità. Tutt’altro discorso, invece, per gli azzurri. La partita casalinga e vinta contro il Chievoverona per 2-0 ha dimostrato quella solita personalità e identità di gioco che ha caratterizzato e caratterizza il Napoli di Sarri. Il totale controllo della gara, la capacità di colpire l’avversario in diversi modi, l’apparente semplicità con cui si riescono a gestire le situazioni scomode fanno del Napoli una squadra già quasi matura. E considerando gli ampi margini di crescita dati dall’inserimento ad alti livelli di quelli che sono i nuovi innesti, non sembra una qualificazione da poco. Certo, non sono stati i fuochi d’artificio che la squadra ha mostrato più volte di saper esprimere, ma la gestione delle risorse è un altro elemento che assumerà durante tutta la stagione una rilevanza importante. Importante, come la serenità e il morale alto che devono necessariamente fare da cornice e da motore nello sviluppo delle tre competizioni. Ecco perché il gol di Gabbiadini, oltre ad essere funzionale per mettere il match sui binari giusti, risulta fondamentale. Sì, perché per uno come lui, vissuto all’ombra di Higuaìn e trovatosi subito a fare i conti con l’esplosività di Milik, ripagare la fiducia del mister equivale ad accrescere la fiducia in se stesso e a provare a riaccendere un entusiasmo affievolito.
La competizione tra le due punte, se accettata e concepita nella maniera giusta da entrambi, può esclusivamente andare a vantaggio della squadra. Nel frattempo, la squadra gira e gioca ottimamente, ma questa non è una novità. È una novità che non lo faccia la Juventus. Il punto è che pur non esprimendo il suo calcio e le sue capacità, le zebre riescono sempre –o quasi- a ottenere il risultato. Se ciò accade al Napoli, invece, come è accaduto nel turno infrasettimanale a Marassi, emergono maggiori difficoltà nell’imporsi. La differenza tecnica tra le due squadre è importante, ma dal punto di vista tattico non c’è nessun divario e, anzi, se c’è è a favore dei partenopei. Sembrerebbe tutto scritto dall’inizio, ma il campionato è lungo. Basta guardare alla recente storia del calcio inglese per ricordarsi che il pallone è rotondo, che il lavoro e la determinazione ti portano a risultati insperati in contesti quasi impossibili, che nel calcio vince chi lotta fino all’ultimo.

Marco Breglio

  • Prudenzio – JF8 Pappon Ranger

    Se il ”gruppo” della SSCN e’ coeso, in Italia non siamo secondi a nessuno.
    In Europa, ammetto che Barcellona, Real e Bayern ci sono superiori, ma quelle sono partite secche e tutto puo’ accadere.

  • 100% CuoreAzzurrissimo

    Hamisk e’ la pagina piu’ bella della storia del Napoli di ADL

    Immagine stupenda di attaccamento alla maglia
    capitano per caso
    idolo numero uno della curvA
    un mito

    a Napoli per sempre, nonostante Benitez, le sue vedove, ADL e le sue datate cheerleaders e la quequera sirena juventina Higuain …

    • Prudenzio – JF8 Pappon Ranger

      La pagina piu’ bella del Napoli di ADL ancora deve essere scritta… con tutto il rispetto per Marek e per lo scrivente.

      • 100% CuoreAzzurrissimo

        con sommo piacere di Hamsik, speriamo ancora come diretto protagonista, e dello scrivente, ovviamente con i dovuti indispensabili riti scaramantici anti “secceproequilibidelaniani”, cavo cavissimo #prudenzioantonio prezzemolino …

        • Prudenzio – JF8 Pappon Ranger

          #jesuisantonio

  • robertolavocedeldissenso

    Crotone Atalanta 0-3 ben vi sta non far giocare Gnahore.
    Per fortuna Kessie espulso poco fa..non giocherà contro il Napoli

    • 100% CuoreAzzurrissimo

      su Kessie hai visto subito giusto.
      Il Napoli si sta muovendo, non so come …ma lo sta facendo..

  • 100% CuoreAzzurrissimo

    Marco Breglio che lo scrivi a fare…

    forse per ricordarci che a gennaio ADL invece di lottare fino all’ultimo, ha smesso di lottare per lo scudetto e lo ha regalato tomo tomo cacchio cacchio alla Juve ? facendo pero’ l’equilibrista nello spogliatoio con Grassi e Regini desaparecidos anche loro…

    orate frates …. brodo lungo e ….seguitate….a dissertare di piazzamenti quasi impossibili

    FORZA NAPOLI SEMPRE + in alto nonostante ADL e le sue anzianotte quequere cheerleaders

  • forzanapoli978 compraci cavani

    Pazienza a TN: “Napoli, vendica la nostra eliminazione del 2009. Mi aspetto un San Paolo pienissimo”

  • 100% CuoreAzzurrissimo

    ogni volta che leggete pronostici sulla partita di dopodomani
    toccatevi
    con discrezione, ovunque voi siate
    toccatevi
    le precauzioni non sono mai troppe

    al tifosi al SanPaolo non si puo’ chiedere di piu’ di quello che hanno semore dato
    sapendo di poter essere determinanti

  • Filmauri Pappon Ranger
    • Prudenzio – JF8 Pappon Ranger

      Ah ah ecco questo e’ lo spirito giusto. Crederci!

  • Filmauri Pappon Ranger
  • forzanapoli978 compraci cavani

    L’ex dirigente di Napoli e Juventus, Luciano Moggi, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di 7Gold soffermandosi, tra le altre cose, sul mercato. “Higuain? Vi dico perchè il Pipita ha lasciato il Napoli. La notizia è sicura. La società gli ha fatto una proposta e lui non l’ha accettata. Non è stato De Laurentiis a volere che andasse via…”.
    Mo non lo scrivi pipita goooooool?

    • RAF77 IL RACCOGLITORE DI PERLE

      Pipita: “non vado via per soldi il Napoli mi aveva offerto di più”.

      Ma allora sei ottuso??

      Certo è stato il Pipita a chiedere la cessione per ovvi motivi.

      • forzanapoli978 compraci cavani

        Ottuso io? Sei tu che posti solo cose per difenderlo

  • robertolavocedeldissenso

    Durante e dopo la partita col bologna, quando ad un certo punto giocarono insieme Hamsik, Zielinski ed Allan, scrissi che hamsik mi era piaciuto più così, questa cosa rimase inascoltata. Ora leggo che tutti parlano di un centrocampo con Hamsik, zielinski Allan o altro escludendo jorginho. Ma si sa io di pallone non capisco un azzo.
    Sonop anni che vado dicendo che Hamsik e jorginho non posso convivere, ed ecco che all’improvviso i sapientoni e gli opinions leadere di noi altri, dopo l’espereimento di sarri non con il Bologna ma dopo due partite anche loro a dire certe cose. Fallimentari.

  • RAF77 IL RACCOGLITORE DI PERLE

    Caro Forzanapoli piuttosto postaci questo:

    L’ex dirigente di Napoli e Juventus, Luciano Moggi, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso di Tutti in campo, trasmissione in onda sull’emittente 7Gold soffermandosi sul mercato. “Higuain? Io l’avrei sostituito con un solo calciatore: Ibrahimovic. E sono sicuro che con Zlatan il Napoli avrebbe vinto lo Scudetto!”.

    Anche per da sempre Ibra è stato il mio sogno.

    • forzanapoli978 compraci cavani

      È un nome che avevo fatto anche io questa estate

  • Filmauri Pappon Ranger

    Buongiorno.
    Qui c’è un’interessante riflessione sull’opzione Hamsik regista.
    http://www.ilnapolista.it/2016/09/hamsik-regista-idea-affascinante-numeri-suggeriscono-cautela/
    Il giornalista sottolinea come un Marek schierato davanti alla difesa garantirebbe la stessa affidabilità di Jorginho sulla precisione nei passaggi aggiungendo una imprevedibilità e una capacità di verticalizzazione che il compagno non possiede.
    Il rovescio della medaglia è che però al momento Marek ci fa molto comodo in fase di rifinitura come assistman e uomo gol e inevitabilmente spostarlo all’indietro spunteremmo quest’arma. Il giornalista suggerisce allora di spostare Zielinski nel suo attuale ruolo. In effetti potrebbe essere una possibilità. Vedremo anche cosa potranno offrire in più giocatori come Diawara e Rog al centrocampo azzurro.

  • RAF77 IL RACCOGLITORE DI PERLE

    IL NAPOLISTA noto covo di vedove piangenti di BENITEZ e di lecca lecca del Pappa.
    Carta straccia…piuttosto preferisco leggere Topolino

  • Goldstein

    Adesso Hamsik per tempi di inserimento, tiro e visione di gioco deve giocare ancora come mezzala. Tra un paio di anni potrà spostarsi regista in pianta stabile