Nuova batosta in casa Napoli. Alla disastrosa uscita di Bergamo e alla sciagurata pausa per le nazionali che ha visto Milik rimediare un lungo stop, segue la debacle casalinga con la Roma. Una Roma organizzata, una Roma determinata, sì, ma va detto, non una Roma irresistibile. La partita, infatti, si svolge per lo più in equilibrio tra due squadre capaci di ottimo calcio e che non hanno paura di metterlo in pratica. Tra le componenti rilevanti ai fini di un’analisi spicca la sostanziale assenza, tra gli azzurri, di un numero 9.
Che Gabbiadini non sia un centravanti puro è ormai cosa assodata e quanto mai determinante. Nel confronto con l’esperienza e la capacità difensiva dei centrali romanisti, mai tanto diligenti quest’anno come nella sfida del San Paolo, il 23 partenopeo si trova spesso in difficoltà e in difetto di cattiveria agonistica. Questa che doveva essere la partita del suo riscatto lo vede, infatti, lontano da una prestazione sufficiente e termina, per lui, con largo anticipo. Gli si preferisce, infatti, la verve di Mertens, bravo a restituire effervescenza a un attacco scialbo, ma lecitamente inesperto e non troppo determinante in quella zona di campo. Dall’altro lato, invece, Dzeko ricorda di essere un buon centravanti ed è bravo a sfruttare due disattenzioni della retroguardia di Sarri. Sì, perché il calcio, si sa, vive di episodi e quando sei tu stesso a darti la zappa sui piedi, tocca prendersi le proprie responsabilità. E devono farlo, ad esempio, Koulibaly ed Allan in occasione del primo gol. Il primo per eccesso di confidenza ed errore di valutazione imperdonabile nello sfidare un minaccioso Salah, il secondo per mancanza di collaborazione nei confronti del compagno che aveva deciso di complicarsi la vita. Deve farlo Sarri e l’intera squadra, vista e considerata la distratta organizzazione sulla punizione di Florenzi, da cui scaturisce il secondo gol del 9 giallorosso. Frutto del caso, o quanto meno propiziato dal suddetto, appare anche l’assist di De Rossi per il definitivo 1-3 di Salah. Episodi o non episodi, è acclarato da sempre ed in ogni ambito che la fortuna aiuta gli audaci. Audacia che è sembrata venire a mancare responsabilmente tra i partenopei, surclassati, in questo aspetto, da una Roma decisa. Quando le abilità tecniche sono collocabili sullo stesso piano e l’organizzazione tattica di entrambe le compagini è a un livello alto, la differenza la fa la tenuta mentale. Risulta evidente, da questa partita come da altre del Napoli, che da questo punto di vista gli azzurri devono crescere, forse anche più di un po’. Unica nota positiva per gli uomini di Sarri è aver ceduto, dal punto di vista mediatico, l’etichetta di anti-Juve, che non ha mai portato nulla di buono alla serenità mentale del gruppo, arrivando spesso ad esercitare una pressione non irrilevante. Pressione che, forse, ora andrà ad allentarsi, aprendo alla tranquillità. Componente, quest’ultima, fondamentale per vedere il Napoli tornare alla qualità e soprattutto alla grinta, che ultimamente latita, che hanno reso la squadra oggetto di elogi in tutta Europa.
  • robertolavocedeldissenso

    A MENTE FREDDA. Marco Breglio: “Troppe distrazioni e la mancanza di un numero 9 alla base della débâcle di sabato”

    Ma se questo io lo vado dicendo da Giugno..redazione potevate riportare una mia affermazione/convinzione..ah già Breglio..che imbroglio

    • ControIlRomano

      ahahhahaha…..guarda come ci si e’ ridotti…dopo 130milioni “spesi” e tanto sbandierati e’ bastato un infortunio piu’ serio….. dopo anni che tutto e’ sempre GIRATO BENE….per mandare tutto in TILT….senza un VERO attaccante….e c’e’ da dire che anche con MILIK in effetti il PROBLEMA era comunque PRESENTE….poi dopo l’infortunio si e’ ancor piu’ accentuato.

    • Marco Breglio

      mi fa piacere che ci si fermi a leggere e ad analizzare solo il titolo. Meno male che ti seguo da giugno, altrimenti non mi sarebbe mai venuto in mente!

      • Prudenzio –> #iostoconADL

        Mente fredda ma reazione a caldo 🙂

        • Marco Breglio

          esattamente, sono curioso di capire cosa sottendeva quel “ah già Breglio…che imbroglio”

          • Marco caro, ma lascia stare. Non dare peso a chi fa il leone da tastiera e non ha nemmeno gli attributi di metterci la faccia. Oltre al nome ed al cognome 😉

          • Marco Breglio

            Preferisco di gran lunga le critiche ai complimenti, purché abbiano un senso.

          • Appunto.

  • ControIlRomano

    Adesso l’infortunio ha colpito il reparto d’attacco…ma in passato poteva anche capitare ad un centrocampista…ricordo che per alcune stagioni ci si e’ presentati ai nasti di partenza con il reparto di centrocampo con gli uomini contati…ricordo il primo anno di Benitez….insomma SEMPRE IL SOLITO PROBLEMA…e menomale che l’IMMENSA sua FORTUNA lo ha sempre assistito in questi anni.

  • robertolavocedeldissenso

    Palermo torino 1-3 altro che

    • ControIlRomano

      azz vabbe’ noi 0-3 senza subire reti…quindi…siamo superiori 😉

      • robertolavocedeldissenso

        Giusto…ma ancora deve finire. Ma poi noi siamo più forti di Roma, inter (che schifo di progetti) del milan della Iuve…siamo the champions

        • ControIlRomano

          il progetto Roma??
          e che ci fai con quel progetto?
          non hai visto sabato la Roma…ha vinto perche’ e’ stata fortunata…per alcuni episodi…ma niente di che….

          e l’inter perde in casa con il cagliari…pero’ a pensaraci bene…un BANEGA a PARAMETRO ZERO avrebbe fatto comodo.

      • robertolavocedeldissenso

        Giusto…ma ancora deve finire. Ma poi noi siamo più forti di Roma, inter (che schifo di progetti) del milan della Iuve…siamo the champions

  • robertolavocedeldissenso

    Chi l’ha visto?
    Dove sono?

  • robertolavocedeldissenso

    Attaccanti del Torino Belotti, laaic, Lopez , Martinez noi Milik e gabbiadini i gemelli.

  • robertolavocedeldissenso

    Attaccanti del Torino Belotti, laaic, Lopez , Martinez noi Milik e gabbiadini i gemelli.

  • robertolavocedeldissenso

    Speriamo per Mercoledì bisogna vincere senza se e senza ma altrimenti sono dolori. Bisogna toglierci questa pratica subito di torno

    • ControIlRomano

      a che pro…bisogna vincere?

  • Prudenzio –> #iostoconADL

    Cosa c’entra Allan? Boh. L’azione palla al piede di KK sarà durata 8-10 secondi.

    • AntonioMarano

      Forse voleva scrivere Ghoulam!

    • Marco Breglio

      Allan è fermo durante tutti quegli 8-10 secondi senza dare una soluzione a Koulibaly, mi riferivo a quello.

      • Prudenzio –> #iostoconADL

        Beh almeno ho letto l’articolo… mi prendo solo mezza cazziata 🙂

        • Marco Breglio

          ho semplicemente cercato di chiarire un dubbio che mi è stato palesato

  • robertolavocedeldissenso

    Avevo detto che non era ancora finita 1-4 per il Torino

    • ControIlRomano

      eh ma pesa il gol preso…quindi abbiamo una difesa migliore…del resto li abbiamo privati del loro “miglior” difensore…pagato ben 28 milioni 😉

      • robertolavocedeldissenso

        E” vero ecco prechè hanno preso gol. Quasi quasi glielo ridarei indietro, mi dispiace che il Toro prenda gol.

        • ControIlRomano

          quasi quasi…anche io lo ridarei indietro…ma poi quanti milioni dovrebbero rientrare nelle casse azzurre…sempre 28??? 😉

  • robertolavocedeldissenso

    Il problema grave del napoli è che non ha uno scouting di livello. Del resto debbo dire che Dela qualcosa spende però non lo fa fino in fondo e rimane incompleto.
    Vuoi fare la politica dei giovanio, ma falla bene, non fare le cose a metà.
    Non vuoi spendere? Non farlo, ma non fare cose a metà
    Vuoi fare lo squadrone (se, se vabbuò)? Fallo

  • Wpocho

    W AZZUFFISSIMO

  • nuovo post

  • pubblicato nuovo post