Ci vuole un grosso impegno per convincersi che la squadra che ha surclassato il Benfica in Champions sia la stessa che ha realizzato la pessima prestazione di Bergamo.
Un Napoli irriconoscibile, venuto meno nelle sue caratteristiche fondamentali. Certo, la sconfitta in sé nasce da un episodio piuttosto fortunoso per l’Atalanta, che con Petagna sulle prime battute del match si porta in vantaggio in seguito a una carambola tra due difensori azzurri. L’atteggiamento poco propositivo dei ragazzi di Sarri, però, non aiuta a cambiare le carte in tavola. Si registra un grande calo di verve e soprattutto di concentrazione, considerata la quantità innumerevole di passaggi imprecisi ed errori tecnici che hanno visto i partenopei protagonisti. È indubbio che i nerazzurri hanno fatto una prestazione importante per intensità e diligenza tattica, mettendo in pratica tutti gli ordini di mister Gasperini, ispirato forse dall’opera del Genoa, capace di inchiodare a suo tempo il Napoli sullo 0-0 a Marassi. La determinazione espressa dai padroni di casa nell’inibire le iniziative azzurre fa il pari con la mancata assunzione di responsabilità e di carattere dal lato degli ospiti.
C’è da dire che non era facilissimo trovare la chiave per superare una squadra raccolta negli ultimi trenta metri. Così come è vero che il Napoli, quest’anno, ha ridotto le sue opzioni di gioco. Se la manovra passava quasi sempre dai piedi del Pipita, capace di portarsi due difensori per poi aprire il gioco a mestiere sfruttando lo spazio che aveva creato, è difficile vedere un movimento di Milik ad abbassarsi e partecipare che sia assecondato dai compagni. Probabilmente è anche dovuto alle caratteristiche del polacco, meno uomo-squadra di Higuaìn, che l’offensiva degli azzurri si sviluppi o su una corsia o sull’altra. Non che questa tipologia di attacco non sia stata applicata in passato, ma la possibilità di variare giocando il pallone con una punta che ha grande proprietà tecnica ( qualità mai messa in mostra da Milik ) ti rende più imprevedibile e più agevolato in una situazione bloccata come quella venutasi a creare a Bergamo. Se poi la forma mentale e fisica non è all’altezza, risulta difficile vincere partite del genere, anche con avversari che sulla carta risulterebbero facili.
Una sbandata comprensibile, che arriva nella tappa conclusiva di un forcing di una serie di partite ravvicinate. Una sbandata evitabile, con un’applicazione maggiore e una determinazione più forte. Una sbandata imperdonabile, per chi vuole perseguire quell’obiettivo impronunciabile, che si allontana ogni volta che si manifesta il dato che al Napoli, forse, manca quel qualcosa in più per mantenere sempre alto il livello di gioco a cui ci ha abituato ultimamente.

Marco Breglio

  • Prudenzio – JF8 Pappon Ranger

    Beato il giornalista che ha la mente fredda, a me girano ancora a manetta.

  • SteveAustin

    il fatto è che ad alcuni da’ fastidio che ci sia un fronte comune che ci crede e che ha tutto il diritto di illudersi, se vuole e se lo ritiene giusto.

  • giuseppe azzurro

    Perdere con gli orobici, da fastidio, ma un errore ci può stare, determinato anche da un episodio, così come la mancata vittoria contro il Genoa determinata da episodi vedi traversa, insigne che si divora il gol, e due rigori macroscopici volutamente non dati.

    Guardiamo avanti, sempre ed ancora di più forza Napoli.

  • Andrea88

    Provo ad esprimermi sul discorso Juventus, io vedo tutte le partite del Napoli e molte dei bianconeri. Sinceramente non capisco come non possiate notare la differenza, quasi tutte le formazioni che affrontano i bianconeri punto primo sono timorose, punto secondo se prendono il primo gol, non pensano a come pareggiare piuttosto a come limitare i danni… cosa che non succede affatto a chi affronta il Napoli, tutti ci provano fino al 95′ e oltre. Altra considerazione, a voi sembra normale che ormai i bianconeri abbiano le mani su praticamente tutti i giocatori giovani di moltissime squadre italiane? Bravi loro per carità, ma non mi venite a dire che certe non contano. Punto terzo, a mio avviso il più importante:
    La Juventus a Bologna, Verona, Cagliari, Bergamo, Empoli, Udine ecc ecc GIOCA IN CASA perchè molti dei tifosi di quelle squadre probabilmente simpatizzano proprio per loro, vederli vincere è “normale” in fondo non è un problema. Il Napoli da quelle parti, col ***** che deve vincere, le parole di Gasperini (juventino nel midollo) le avete sentite? “Sono contento di aver fatto felice i bergamaschi” la dice lunga. I veri avversari siamo NOI non la Juventus, se vincono loro è abitudine, se vinciamo noi è uno SMACCO che non possono permettersi. Io ho giocato un pò a calcio, credetemi queste cose fanno la differenza. Dopotutto non è un caso se per vincere 2 scudetti abbiamo avuto bisogno del più grande calciatore di tutti i tempi, o sbaglio?

    • Prudenzio – JF8 Pappon Ranger

      Reduce dagli highlights delle altre partite segnalo:
      – il fantastico arbitro di Bologna-Genoa, Maresca: preparate le cistifellee quando ci tocchera’… travasi di bile in agguato! Giacomelli gli fa un baffo.
      – Zambelli dell’Empoli che FINGE di disperarsi quando lascia il gol dello 0-3

      Rispondo infine all’amico sopra: Gasperini non lo scopriamo ora che e’ gobbo, questo strapotere si combatte facendo capire al sistema che si rompera’ il giocattolo. Qua e’ ADL che deve intervenire, anche con mosse drastiche.

    • forzanapoli978 compraci cavani

      Concordo su tutto

  • 100% CuoreAzzurrissimo

    oggi e’ la giornata dei piu’ quequeri e brodalgliosi filmperla sul napoli sarriano post mercato estivo: l’avutamiento e stommaco e’ garantito…

    e le altre cofanate per niente turbate dal pericoloso trend di 7 punti su 12 persi in trasferta fanno esercitazioni accademiche pompieristiche a difesa dello splendido giocattolo del loro papy, la solita stantia parola d’ordine e’ …… bisogna sapere aspettare

    Platinette pezzottata con 5 cofane diverse …..stesse perle marroni nei contenuti e nella sintassi:
    tuosseco per la sconfitta…., questo sconosciuto
    e avanti con la loro campagna pro ADL : non utilizzare tutta la superrosa e’ vanificare il supermercato estivo delle plusvalenze d’oro
    e vai addosso a Sarri che improvvisamente diventa un brocco…

    e Raff77 le sta mettendo tutte a figurelle…ma loro sono capitoste anzi cofanetoste…

    • Prudenzio – JF8 Pappon Ranger

      Guarda che siamo almeno in tre contro la juvemerda. I 4 punti rubati pesano eccome ora. O leggi solo quello che vuoi? Alcuni utenti invece non criticano mai i gobbi, quando non ne magnificano i giocatori.

  • Filmauri Pappon Ranger
    • Prudenzio – JF8 Pappon Ranger

      Si’ quello che mi vuole fare l’iniziazione. Secondo me la prima iniziazione per mettere il naso in questo blog sarebbe scrivere paginate di insulti contro le me**e a strisce e i suoi dirigenti truffaldini.

  • forzanapoli978 compraci cavani

    Quando vedevo gasperini saltare, mi saliva una rabbia, siamo riusciti a salvare sto manichino

    • Prudenzio – JF8 Pappon Ranger

      Il problema e’ che i Gasperini sono tanti! Son pieni di succursali dove vanno a passeggio e con noi sputano l’anima.
      In casa allo smerdium invece gliene fanno fare subito tre, cosi’ per pieta’ si fermano.
      La serie A TIM a 20 squadre e’ palesemente FALSATA.

      • forzanapoli978 compraci cavani

        Allora ieri abbiamo giocato male, ed è anche vero quello che diceva Andrea alcune squadre (diciamo quasi tutte le medio piccole) quando sanno di giocare contro la Juve, preparano la partita dopo. Noi però non dobbiamo mollare un caxxo, dobbiamo essere molto più affamati di ieri

        • Prudenzio – JF8 Pappon Ranger

          Ora torna ADL speriamo che li ribalta tutti, allenatore incluso.
          Pero’ deve anche parlare lui in prima persona, non accetto che non ci difenda.

          • forzanapoli978 compraci cavani

            La cosa brutta è che lui non doveva partire proprio…. O meglio poteva anche partire, ma lasciare qualcuno affiancò alla squadra…. Deve rafforzare la.società.

  • 100% CuoreAzzurrissimo

    Quanto quequero fumo con le bombolette etichettate juve per nascondere e camuffare le pessime prestazioni attuali in trasferta di una formazione che assolutamente non e’ stata attrezzata per tentare di giocarsela col la Juve.

    La juve ed i suoi sponsor sono carta conosciuta. Sono da sempre le piu’ brutte pagine della Serie A

    Dela non e’ incazzato per la distanza dalla Juve
    ma per il rischio di essere raggiunto e superato dal gruppone

    Quequeri fumisti crescono…

  • forzanapoli978 compraci cavani

    Comunque sempre forza ragazzi #nondobbiamomollareuncaxxo

  • Filmauri Pappon Ranger

    Ragazzi, anche io vorrei vedere più vigore in alcune delle squadre che affrontano la Juve. Ma a volte credo sia semplicemente sudditanza psicologica. Partono battute e dunque cercano di limitare i danni a prescindere. Con noi questo non succede perché
    1) non siamo considerati – a torto o a ragione – una grande;
    2) siamo notoriamente vulnerabili con le piccole e ci fanno perdere punti spesso e volentieri.
    Non vedo un accanimento particolare nei nostri confronti. Semplicemente sanno come metterci in difficoltà e sono molto efficaci a chiudersi. Non è nemmeno rude catenaccio, ma legittima difesa per squadre che hanno rose infinitamente meno valide della nostra. Sta a noi trovare contromisure adeguate.
    Peraltro parliamoci chiaro. L’Atalanta ha giocato bene, ma non era un avversario insormontabile. In pratica ci siamo battuti da soli.
    Come qualcuno ha fatto notare sono cose che succedono in un campionato molto lungo e dispendioso e conservare le energie mentali a certi livelli è difficile. Dobbiamo fare un salto di qualità e dobbiamo sbrigarci, perché in un campionato del genere non possiamo permetterci altre sconfitte. Ora c’è una sosta e Sarri ha tutto il tempo di inserire TUTTI i giocatori della rosa. Non hanno più alibi.

    • forzanapoli978 compraci cavani

      No noi siamo visti come “quella da battere” per le.piccole. Mentre i gobbi sono visti come “massi togliamo Saponara o, non facciamo mai giocare Berardo allo stadium, così rifiatano per la prossima”

      • Filmauri Pappon Ranger

        Esatto. Ed è anche colpa nostra, visto che ci capita spesso di perderci, con le piccole. Succedeva con Mazzarri. È successo con Benitez. Succede con Sarri. Giocare bene solo le partite in cui non godi del favore del pronostico è un grosso limite.
        Se Fognini batte Murray gli batto le mani, per carità, ma non serve a nulla se il turno successivo mi perde col numero 197 del ranking mondiale.
        Per questo Fognini difficilmente diventerà mai un fuoriclasse. Poi mi piace, grandi numeri e gran talento. Ma il vero campione è un’altra cosa.

        • forzanapoli978 compraci cavani

          Ma sul fatto che noi dobbiamo crescere nulla da dire è vero. Ma non è sport ne normalità quello che succede sugli altri campi

  • 100% CuoreAzzurrissimo

    Questo Napoli non e’ la Juve, e’ un dato di fatto e chi se ne frega

    Questo Napoli non e’ stato attrezzato per competere per il primo posto in campionato, e’ un dato di fatto e cosi e’ indipendentemente dai nostri sogni

    Questo Napoli non puo’ che crescere nelle prestazioni, e’ fisiologico avendo una panca molto piu’ solida di …ieri e ancora in rodaggio

    Questo Napoli ha Sarri, ogni partita sara’ da tripla ma potremo giocarcela alla grande con tutti e goderci un gran numero di vittorie, difetteremo nella continuita’ a filotto ma non si puo’ pretendere risultati continui con una formazione che deve sempre farsi un dispendioso mazzo tanto per vincere

    ma invece di fare i ragionieri ed i farmacisti ed i consulenti di Sarri ed i supporters di ADL
    fate concretamente i tifosi e giocatavela attivamente anche voi

    che avutamiento e stommaco

    FORZA NAPOLI SEMPRE + in alto nonostante i FILMPERLA

  • 100% CuoreAzzurrissimo

    ALTRO POST

  • Wpocho – quasi Pappon Ranger

    Lungi da me criticare una squadra che da un anno e più mi fa divertire ed esultare (non esaltare) come quasi mai successo nel passato prossimo e remoto.
    Lungi da me anche l’idea di volere vincere per diritto divino.
    Però qualche domanda bisogna farsela.
    Il Napoli perde 7 punti su 9 con Pescara, Genoa e Atalanta, ieri disputando quella che ritengo la peggiore prestazione dell’era Sarri.
    Succede tutti gli anni, nulla di nuovo.
    Non c’è stato anno che non abbiamo fatto prestazioni da urlo con le grandi ed immense c*cate con le piccole o piccolissime.
    Euforia della piazza? Ci credo poco.
    Rosa non adeguata? Ci può stare ma non negli ultimi anni, dove per fare meglio contro le solite provincialotte bastavano ed avanzano i nostri panchinari.
    Arbitri contro? Ci sta ma come concausa, se Insigne la butta dentro contro il Genoa non c’è discussione sugli errori/orrori arbitrali.
    È un male oscuro? Per me no ed ha un chiaro nome e cognome: monotonia tattica.
    Mazzarri e Benitez non si schiodavano dal loro modo di fare calcio, sempre uguale e sempre allo stesso modo contro tutti.
    Lo stesso pare fare Sarri.
    Con le grandi le motivazioni vengono da sole, stress e stanchezza si superano automaticamente.
    Con le piccole no e se non sei in giornata è facile per loro prendere le contromisure sapendo come giochi, uguale da anni.
    Si crescerà veramente, al di là del ranking per quel che conta, quando le partite con il Pescara, il Genoa, l’Atalanta o la piccola di turno le vinci 1 a 0 pure giocando male.