Condivisioni 4

Ecco quanto scrive Fanpage.it

Dopo Ounas e Mario Rui, il Napoli è a caccia del terzo colpo di calciomercato. I nomi in pole al momento sono quelli dei soliti noti: prosegue ad oltranza la trattativa con l’Osasuna per Berenguer per il quale le sensazioni sono molto positive. C’è anche grande ottimismo per il rebus portiere che va verso una positiva conclusione: è molto vicino l’accordo con il greco dell’Udinese Karnezis, in attesa della definizione della situazione legata a Reina. Tra i nuovi “acquisti” a disposizione di Sarri si può considerare anche il centrale Maksimovic: l’ex Torino è reduce da una prima stagione molto sfortunata, ricca di infortuni e non vede l’ora di mettersi a disposizione del mister.

Maksimovic primo “acquisto” per Sarri

Nella scorsa annata il duttile classe 1991 serbo ha dovuto affrontare diversi problemi fisici. In un’intervista a Radio Kiss Kiss ha esternato tutto il suo entusiasmo e voglia di iniziare: “Ho avuto delle difficoltà perché ho avuto dei problemi al piede per tutta la stagione. Ora però ho risolto tutto, mi sto preparando bene per essere a disposizione del mister. Io ho già imparato le cose che chiede Sarri e ora mi viene tutto più facile. La concorrenza dietro è tanta, siamo 5 difensori tutti bravi ed è normale che qualcuno giochi più di altri”. L’obiettivo del Napoli è senza dubbio lo stesso con Maksimovic che non sembra preoccupato dai pochi acquisti del Napoli: ” Vogliamo andare in Champions e poi l’altro obiettivo è cercare di vincere il campionato. L’importanza di avere lo stesso gruppo dello scorso anno? Sì è molto importante, negli scorsi anni la Juventus ha vinto facendo uno o due cambi al massimo. Il mercato non è finito ma vogliamo cercare di restare gli stessi dello scorso anno, perché solo così possiamo vincere”.

Napoli, ultime notizie di calciomercato: Karnezis, Berenguer e il “neoacquisto” Maksimovic
Karnezis vicino agli azzurri

L’indiscrezione è stata riportata dai colleghi di Sportitalia. Orestis Karnezis sarebbe molto vicino al Napoli dove diventerebbe, almeno sulla carta, il secondo di Pepe Reina. Nonostante un contratto in scadenza tra due stagioni, il nazionale greco potrebbe decidere di cambiare aria, anche alla luce della grande concorrenza in terra friulana. L’operazione tra gli azzurri e i friulani potrebbe andare in porto per una cifra vicina ai 3 milioni di euro più bonus. Nel frattempo c’è da sciogliere il rebus Reina, con Sarri che spinge per la conferma dello spagnolo. Potrebbe esserci un prolungamento di un altro anno, fino al 2019 con Karnezis inizialmente pronto a ricoprire il ruolo di secondo.

Napoli-Berenguer, accordo vicino

Per quanto riguarda il capitolo Berenguer, si continua a trattare con l’Osasuna. Il club azzurro ha bloccato da diverso tempo il giocatore e ha già un accordo sull’ingaggio che può partire a meno della clausola da 9 milioni, circa 7. Sulla vicenda ai microfoni di Pianetanapoli.it, si è espresso l’agente del calciatore Felix Tainta: “Posso solo dire che la trattativa è molto calda, ma bisogna aspettare. Sono in religioso silenzio come mi è stato imposto dalle due società, ma sono ottimista per l’esito della trattativa”. Nei prossimi giorni potrebbero esserci ulteriori novità”.

  • PINUCCIO (anti-Pappy)

    Gente fortissima che la gente sognava per rinforzare la squadra in ottica SCUDETTO.
    Che nomi!!
    O fridd nguoll

  • Marittiello, detto Mary – FNS

    ci riuscira ?

    ostico il teorema “grassi-regini” …
    il mercatino delle pulci e’ tosto assai…

    • i migliori colpi sono riservati al mese di gennaio ……. ricordatevelo tra un pò scatta l’ora del commento presidenziale “il nostro mercato è aperto tutto l’anno”

  • Marittiello, detto Mary – FNS

    comica la “campagna simpatia pro ADL” dei suoi superfans con l’intimo rosa griffato bianconero.
    veli pietosi sul mercato asfittico
    ” stiamo bene cosi” il tormentone…

    e po’ ‘o vulimmo ‘a san Gennaro

    Intanto anche Maksimocic parla in radio ( ? ) di obbiettivo scudetto
    bene…
    anzi benissimo…

    aspettando mister x….

    • PINUCCIO (anti-Pappy)

      Caro MARITTIELLO come sospettavo quest’anno la nostra unica speranza di vedere il Napoli col tricolore sul petto è riposta solo sul nostro grandissimo SARRI e suoi nostri ragazzi.
      Dal mercato NON arriverà nulla. Tutto come previsto.

  • Umberto

    Più la squadra migliora… più DELA …frena
    E non è solo questione di soldi, che anche lui ne ha sprecati non pochi… è questione di atteggiamento.

    Sul possibile scudetto ho tanti dubbi, nonostante il …freno delaurentissino…. è proprio la sua presenza che NON è opposta al potere…
    Il potere sa …al di là delle apparenze e dell’ovvio… gioco delle parti…. chi è il suo VERO nemico.
    Da noi -….e quindi in relazione al sistema corrotto che abbiamo nell’Italia pallonara, specchio fedelissimo delle dinamiche sociali italiote, anzi Post Sabaude – il vero nemico del potere NON è De La… che se è il caso potrebbero …per una volta ogni tanto…perfino far vincere… NO
    In Post Sabaudia chi davvero fa paura… e che potrebbe far ribaltare non i rapporti di forza, ma l’idea che qualcosa di profondamente diverso potrebbe esistere…è il Napoli di Sarri.
    E questo verrà combattuto …a prescindere:
    La purezza, prima della bellezza, fa paura a satana.

  • PINUCCIO (anti-Pappy)

    Uagliu’ intanto facitv na risata.
    Ebbene queste mattinata vado sul PAPPONISTA per scrivere e cosa mi viene fuori indovinate un po’?
    SE STATO BLOCCATO DAL PAPPONISTA.

    Non c’è niente da fare se li metti a figurella su quello che scrivono e di conseguenza critichi il loro salvatore ti mettono fuori.

    Ma io non demordo morto un PAPA se ne fa un altro!😆😆😆

  • PINUCCIO (anti-Pappy)

    Intanto sembra che al momento l’annuncio ufficiale di Rui Mario venga rinviato per dei PROBLEMI RELATIVI AI DIRITTI D’IMMAGINE. Solito.
    Ma dico io con questa politichetta, come pretendiamo che a Napoli arrivino dei campioni?

  • OSCO

    Un giocatore come Berenguer, o Kanezis un qualunque top club europeo lo acquista in mezz’ora.
    Noi stiamo aspettando da un mese e non è ancora finita.
    Ecco la differenza tra noi ed i grandi di Europa.
    Perciò spicca ancora di più l’opera preziosa di Sarri.