Condivisioni 2

Il Napoli di Sarri ha dominato anche il Torino di Miha spettatore in tribuna dopo la squalifica nel derby della scorsa settimana con la Juventus sostituito da Attilio Lombardo.

I partenopei hanno collezionato decine di palle gol in 90 minuti e cinque volte sono andati a segno. Due volte con Callejón, Insigne, Mertens e Zielinski: una macchina da gol.

I primi 45 minuti sono stati un incubo per i direttori di gara. Errori su errori che hanno limitato lo score azzurro. Il Napoli ha impressionato per la condizione fisica. Azzurri brillanti, nessun giocatore è fermo in infermeria. Tanti complimenti anche allo staff medico.

Abissale è stata la differenza tra Torino e Napoli per qualità e quantità. Un primo tempo d’accademia azzurra, il secondo tempo è stata una passeggiata a suon di gol.

Il Torino, discreta squadra di A con un grande attaccante, oggi è sembrata più piccola di quel che è. Il Napoli come la Juventus negli anni ’50 ha realizzato più gol di tutti in trasferta nella storia della serie A: 46.

Basterà un solo gol in casa della Samp per vincere questa speciale classifica.

Napoli 80 punti, Roma nuovamente sotto di due. Ed ora, tutti spettatori del match che forse chiuderá la stagione e scriverà tutti i verdetti: Roma – Juventus.

Ma c’è anche una incredibile ed inattesa lotta per la B: forza Crotone.
GIUSEPPE LIBERTINO ⚽️

  • Bravissimo come sempre il nostro Peppe Libertino!

  • Andrea88

    Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Bonucci, Asamoah; Lemina, Pjanic, Sturaro; Cuadrado, Higuain, Mandzukic.

    Può tranquillamente pareggiare a Roma questa Juve… vedremo.

    • SteveAustin

      Roma senza Dzeko e Stooltman

      A Torino sono maghi a farsi i conti,quel Crotone che si dimena per la salvezza è un fastidio inutile,meglio arrivare a potersela giocare con le ultra riserve;dubito che possano permettersi di perdere.
      La formazione che posti è competitiva in ogni caso.

  • Noi non tifiamo per la Juve, tifiamo contro la Roma

    • Wpocho

      Approvo.

  • AntonioMarano

    Ho visto fino al 2 a 0 per il Napoli, poi ho ascoltato la radio con un Del Genio che commentava lo sbarco degli UFO a Torino. Una goduria anche solo ascoltare questo Napoli.
    Gli azzurri hanno come sempre dominato la gara, seppellendo ogni velleità avversaria e del capocannoniere della Serie A. Stratosferici.
    Resto comunque della mia idea e cioè di non farci prendere dai numeri, i quali sono bellissimi e fanno certamente morale e piacere, ma rappresentano anche lo specchio di un campionato finito a novembre e con 7/8 squadre fuori dai giochi a giocare con maglie troppo larghe.
    Brutto campionato, riaperto solo nel finale grazie ad un moto d’orgoglio del Crotone.

    Per stasera parto proprio da Crotone… in casa bianconera, viste le “amicizie”, interessa più un regalo domenica che oggi a Roma.
    In più alla Juve non conviene la Roma seconda. Qui si ragiona solo ed esclusivamente per formule matematiche che devono portare ad un solo risultato: più soldoni in saccoccia.
    Una Roma col ranking basso, potrebbe prendere una di prima fascia nei preliminari e quindi far arricchire le due che andrebbero in Champions se i capitolini venissero eliminati di nuovo.
    Secondo voi questi calcoli, Marotta, Nedved e Agnelli non se li sono fatti?
    Certo, devono risparmiare le forze per la coppa, ma non credo venderanno facilmente la pelle.