Condivisioni 2

Il Napoli di Sarri ha dominato anche il Torino di Miha spettatore in tribuna dopo la squalifica nel derby della scorsa settimana con la Juventus sostituito da Attilio Lombardo.

I partenopei hanno collezionato decine di palle gol in 90 minuti e cinque volte sono andati a segno. Due volte con Callejón, Insigne, Mertens e Zielinski: una macchina da gol.

I primi 45 minuti sono stati un incubo per i direttori di gara. Errori su errori che hanno limitato lo score azzurro. Il Napoli ha impressionato per la condizione fisica. Azzurri brillanti, nessun giocatore è fermo in infermeria. Tanti complimenti anche allo staff medico.

Abissale è stata la differenza tra Torino e Napoli per qualità e quantità. Un primo tempo d’accademia azzurra, il secondo tempo è stata una passeggiata a suon di gol.

Il Torino, discreta squadra di A con un grande attaccante, oggi è sembrata più piccola di quel che è. Il Napoli come la Juventus negli anni ’50 ha realizzato più gol di tutti in trasferta nella storia della serie A: 46.

Basterà un solo gol in casa della Samp per vincere questa speciale classifica.

Napoli 80 punti, Roma nuovamente sotto di due. Ed ora, tutti spettatori del match che forse chiuderá la stagione e scriverà tutti i verdetti: Roma – Juventus.

Ma c’è anche una incredibile ed inattesa lotta per la B: forza Crotone.
GIUSEPPE LIBERTINO ⚽️