Condivisioni 5

Sono state bellissime. Sono state intense ma ho la netta sensazione che le gare del #Napoli contro #RealMadrid e #Juventus abbiano ‘dato alla testa’ ai tifosi napoletani ed a molti addetti ai lavori.

Il tifoso però va compreso in quanto tale.

Il gran calcio espresso dal Napoli di Sarri nell’ultimo anno ha reso moltissimi appassionati poco sportivi ed è un peccato perché questo Napoli va solo elogiato. A tratti anche esaltato. Ma, ad un certo punto, il freno a mano va tirato. Il Napoli non va paragonato ai top club europei. Per gioco, organizzazione totale in campo e quella societaria.

Il Napoli non è superiore al Barcellona, nè al Real Madrid, nemmeno alla Juventus in Italia. Gioca meglio? Con due delle tre indicate precedentemente ha perso. Aggiungerei superiori agli azzurri anche le altre semifinaliste di Champions League, il Bayern München e qualche altra squadra sparsa per il globo.

Con l’attacco e la maestria di Sarri può giocarsela con tutte le altre. Importante è godere sportivamente -parlando di questi elementi- ma che non diventi una ossessione o autoerotismo.

Ogni gara e periodo viene gestita in un certo modo dai top club. La Juve con il Napoli in coppa era chiaramente una squadra ben diversa dalla Juve d’Europa. Anche il Real col Bayern che ha giocato due tempi su 4 é starà ben diversa dalla squadra vista contro i partenopei. Passeggiando ed anche messi sotto per gran parte dei 180 minuti ne han fatti 6. Pensateci. Stesso discorso vale per il Barcellona che ieri è stato intensissimo, Messi e compagni ci hanno provato in tutti i modi. San Buffon e santa difesa in due gare hanno subito 0 reti.

Clamoroso ma vero. Chi lo avrebbe detto mai? 0 in 180 minuti. Tutto questo è accaduto non perché siano finiti. Certo, qualcuno è usurato, qualcun’altro molto nervoso, ma 3-4 ‘blaugrana’ sono i migliori al mondo.

Sono stati fermati dalla miglior difesa al mondo. Non il miglior calcio, ma la diga delle dighe. È bastato quello è una grandissima prova di Dybala e compagni all’andata. Il Napoli avrebbe perso anche col Barcellona, perché manca proprio quello: una diga invalicabile ed un portiere fortissimo. Che il Napoli giochi meglio del Barcellona è una visione folle di molti che non riesco ad accettare.

Il Napoli gioca bene, è forte ma avrebbe perso. Freniamo e godiamoci questi azzurri senza nessun folle paragone.

GIUSEPPE LIBERTINO

PREMIO AZZURRISSIMO. Prima fase: scegli i due finalisti | Spunta tre nomi e clicca

  • Mertens (24%, 265 Votes)
  • Insigne (21%, 224 Votes)
  • Hamsik (19%, 207 Votes)
  • Zielinski (11%, 125 Votes)
  • Jorginho (4%, 46 Votes)
  • Callejon (4%, 41 Votes)
  • Koulibaly (3%, 31 Votes)
  • Diawara (2%, 26 Votes)
  • Milik (2%, 26 Votes)
  • Rog (2%, 19 Votes)
  • Pavoletti (1%, 16 Votes)
  • Reina (1%, 13 Votes)
  • Maksimovic (1%, 11 Votes)
  • Allan (1%, 9 Votes)
  • Hysaj (1%, 8 Votes)
  • Giaccherini (1%, 6 Votes)
  • Albiol (1%, 6 Votes)
  • Strinic (0%, 4 Votes)
  • Maggio (0%, 3 Votes)
  • Tonelli (0%, 2 Votes)
  • Chiriches (0%, 1 Votes)
  • Ghoulam (0%, 1 Votes)

Total Voters: 415

Loading ... Loading ...
  • AntonioMarano

    Infatti, Giuseppe Libertino, qualche settimana fa scrissi che le partite con il Real Madrid non dovevano foderarci gli occhi di prosciutto. Il Napoli ha lacune da colmare ed è obbligato a farlo iniziando dalle conferme valide di questa stagione.
    Su una cosa non sono d’accordo, la questione gioco. Il Napoli per me esprime un gioco più bello del Barcellona, con il totale impegno dei suoi uomini e molto più equilibrato in campo. In pratica un abisso tra Sarri e Luis Enrique. La superiorità, il Barca, la tiene nei giocatori che mette in campo, che equivale a tutto o quasi.
    Perché è sbagliato esaltarsi?
    Semplice, perché dei 4 incontri stagionali con la Juve, ne abbiamo persi 2, pareggiato 1 e vinto altrettanto. Forse era più giusto dire che avremmo pareggiato 2 gare con una sconfitta in meno, ma gli arbitri ci hanno penalizzato. Il fatto sta, che in tutti e 4 gli incontri, il Napoli non ha mai sofferto la superiorità della Juve, mai. Ha giocato a viso aperto e tenuto spesso il risultato in bilico.
    Con il Real Madrid il discorso è stato diverso. Sui 180 minuti e più a disposizione, i madrileni ce ne hanno concessi un terzo tutti per noi, ma nei restanti 2 terzi ci hanno dimostrato tutta la loro potenza tattica, fisica, qualitativa, caratteriale, d’esperienza e perfino politica. Insomma, rispetto alla Juve, col Real si è proprio sentita la differenza.

  • AntonioMarano

    Altra cosa, è assurdo discutere della difesa della Juve e quella del Napoli.
    La Juve dopo aver iniziato la stagione con il modulo classico che gli ha permesso la vittoria di 5 campionati di fila ma senza vincere in Europa, il 3-5-2, ha per necessità rivisto i piani, passando ad un 4-2-4, il quale è la normale evoluzione del modulo precedente. Un attaccante in più di grandissimo sacrificio e due esterni bassi capaci di poter difendere benissimo.
    La Juve ha fatto un mega acquisto la scorsa stagione con Alex Sandro, per me un giocatore straordinario, pagato tanto ma che oggi vale molto di più e infine ha puntato nell’attacco perché gli serviva chi gli avrebbe risolto le partite con grandissima qualità.
    Quante partite la Juve ha giocato malissimo ma ha fatto quel golletto che gli ha risolto le gare? Tante!
    E’ una squadra costruita in questa maniera e organizzata non per dipendere dal suo gioco, ma dai suoi reparti. L’attacco non ha bisogno dell’appoggio della difesa e viceversa la difesa non ha gran bisogno del supporto dell’attacco. Il Mandzukic o il Cuadrado terzino alto, sono equilibri richiesti dal 4-2-4.

    Il Napoli è una squadra completamente diversa. Totalmente dipendente dal suo gioco e fatto anche ad una velocità tale che altrimenti non da’ i suoi frutti. IN TUTTE LE FASI.
    Gli azzurri si devono difendere e organizzare l’attacco, in 30 metri. Se la squadra si allunga è finita. La difesa accompagna le azioni e spesso i due centrali sono i primi registi per lo scarico sul trequartista – spesso alto e a turno tra Hamsik e Insigne – mentre gli esterni bassi si propongono più come ali che gestori della linea difensiva.

    Sono due modi di vivere il calcio e le due difese, per compiti diversi, non sono confrontabili perché la qualità a disposizione della Juve, in molti settori, è decisamente superiore a quella del Napoli.

  • Prudenzio©-Capo dei DISTURBATI

    Generalmente elogio Azzurrissimo ma questo articolo provoca la mia pur sensibile intolleranza.
    Io mi esalto eccome per il Napoli di AURELIO DE LAURENTIIS, dal 2004 a Dio voglia il piu’ in la’ possibile.

    Maledico invece la sfortuna che ci ha fatto prendere il Real campione uscente dopo aver vinto il girone. Maledico ovviamente il sistema calcio italiano che tutela solo una squadra nota e che non cito, e contro la quale molte avversarie si calano le braghe gia’ al 1’di gioco, mentre ovviamente con noi dobbiamo vedere dei Gasperini con la bava alla bocca a bordo campo.

    Non vedevo una squadra di calcio giocare come, ne cito una sola di partita tra le tante, il Napoli di Napoli-Benfica fino al 4-0, credo dai tempi del Milan di Sacchi.

    SI’, serve un portiere giovane e fortissimo, da subito. Serve un terzino giovane e fortissimo.
    Infine, sistemare il discorso dei centrali con precise gerarchie.

    Pero’ poi basta elogiare l’erba o il doping del vicino. Basta martellarsi i co.joni.

    Scusate per lo sfogo…

    • Prudenzio©-Capo dei DISTURBATI

      E aggiungo scrivere MIGLIOR DIFESA AL MONDO su sto sito e’ una provocazione.
      Ma chi e’ Zuliani travestito?

      • AntonioMarano

        Lo so che da’ fastidio, ma sono i numeri a parlare.
        In Europa hanno la migliore difesa e il campionato italiano non è così scarso rispetto alla Bundesliga.
        Per quanto riguarda la Champions, non prendere neanche un gol dal Barcellona in 180 minuti, di cui 90 in Catalogna, insomma, è una prova di forza enorme.

        • Prudenzio©-Capo dei DISTURBATI

          Antonio io comunque fino all’ultimo ci credo. Nel senso: che perdano in finale come al solito.
          E spero infatti che vi trovino l’Atletico Madrid, la squadra che piu’ puo dar loro fastidio.
          Vedremo se mai in una situazione in cui vanno sotto in una partita secca da 90′ cosa se ne fanno della ”miglior difesa del mondo”.

          • AntonioMarano

            C’è sempre la situazione che la miglior difesa al mondo ha preso 6 gol dal Napoli in 4 partite. E sono rimasti tali solo grazie agli aiutini arbitrali, altrimenti poteva essercene uno in più.
            Comunque, il Napoli è meno forte del Real, quindi fatti due conti.

            L’Atletico è come loro.
            Il Monaco è decisamente la più scarsa delle 4, ma non molla mai ed ha delle individualità interessanti come Mbapé il quale segna sempre, nonostante le grandi difese.

  • Prudenzio©-Capo dei DISTURBATI

    La ”miglior difesa del mondo”

    In Italia ladroni, in Europa co.glioni. #juvemerda

    https://www.youtube.com/watch?v=nJt6irTMong

  • angeloazzurro

    non sono assolutamente d’accordo con questo articolo il napoli non è assolutamente piu forte del barca ma sicuramente è stato piu pericoloso sarà perchè piu veloce sarà perchè il tanto decandato neyimar fa i dribbling in orizzontale sarà perchè non hanno una proposta di gioco valida e molti giocatori fuori forma o non da barca e comunque i catalani stanno avendo problemi anche in campionato con squadre di bassa classifica