Condivisioni 3

In casa Juventus è tempo di festeggiamenti. Dopo la Coppa Italia, i bianconeri con il pareggio contro la Roma hanno conquistato il settimo scudetto consecutivo. Il Napoli ha disputato un grande campionato, ma si è dovuto arrendere alla potenza dei bianconeri. Ciro Ferrara, ex difensore degli azzurri e della squadra bianconera, ha parlato delle due compagini in un’intervista rilasciata a La Repubblica: “Mi sono molto divertito e ho pure sbagliato pronostico, perché avevo previsto lo scudetto a Napoli. Sinceramente non credevo che la Juve avrebbe ancora avuto certe motivazioni, però il Napoli resta una realtà seria e vera: non finisce qui”.

SARRI – “Se va via? Sarebbe una grave perdita, io mi auguro di no. Non bisogna sperperare il patrimonio accumulato in questi anni: la prospettiva di un Napoli da scudetto è più concreta che mai. Questo è il momento di restare compatti”.

JUVENTUS – “Vince sempre perché è abituata, perché sa come inseguire e come essere inseguita, perché mentalità, esperienza e un maggior numero di giocatori. Il campionato è una corsa a tappe e vince il più regolare, si sale e si scende e bisogna sapere come si fa. La Juve è più strutturata, sa reggere i momenti difficili come nessuno”.

CHE LOTTA! – Quanta parte ha avuto il Napoli in questa vittoria? Notevolissima. È stato uno scudetto come ai miei tempi, quando si vinceva alla fine e non a gennaio. Le grandi imprese le costruiscono anche i grandi avversari: pensare che arrivare secondi sia una sconfitta è una distorsione italiana. Per me, ha vinto anche il Napoli”. Itasportpress

LASCIA UN COMMENTO