Condivisioni 6

Ecco quanto scrive il Corriere della Sera

===

Il calcio, si sa, vive di sogni. Ancor di più il calciomercato. A volte poi i sogni si avverano. Ultimo di una lunga serie l’arrivo di Cristiano Ronaldo nella nostra serie A, alla Juventus. Non bisogna meravigliarsi quindi che a Napoli nella città dove del sogno si è fatto un modo di vivere (basti pensare al suo rapporto con il gioco del lotto), si coltivi con tenacia, quasi con ostinazione, il sogno Cavani.

Dal sogno al mito

Il mitico Matador autore di 104 reti in 138 partite col Napoli in sole 3 stagioni, è rimasto nel cuore del popolo partenopeo, che non hanno mai perdonato al presidente degli azzurri Aurelio De Laurentiis di averlo lasciato andare al Psg (ma per 64 milioni di euro, quando fu pagato 17 tre anni prima dal Palermo), tanto che quella volta ADL fu costretto a comprare per sostituirlo l’unico top player della sua presidenza (gli altri lo sono diventati con la squadra partenopea) quel Gonzalo Higuain, rivelatosi poi «traditore» agli occhi dei tifosi visto il suo rapido addio verso la Juventus (che pagò però una clausola rescissoria da 94 milioni e 736.000 euro).
I tifosi del Napoli sognano ancora Cavani, tanto che ormai dalla fine dello scorso campionato nei vicoli e sulle chat non si fa che parlar d’altro del ritorno del Matador. Una speranza alimentata dalle indiscrezioni presunte di giornalisti, addetti ai lavori, e gente comune, che narrano di trattative segrete, nascoste, inconfessabili. Inutili le ripetute smentite dell’unico che dovrebbe veramente saperne qualcosa, quell’Aurelio De Laurentiis mai entrato veramente in sintonia con il popolo napoletano, perché giudicato troppo razionale e attento solo al lato economico della gestione societaria.
C’è chi narra di fantomatici incontri sul panfilo del proprietario del Psg, di case affittate nel celebre Parco Matarazzo, dove, da settimane, il trasloco è «imminente». Tutti convinti poi che se Ancelotti è arrivato a Napoli è perché stanno per arrivare dei giocatori veramente forti ( e quelli che ci sono?) tra cui non potrà mancare la chioma ribelle di Cavani.
L’ultima voce, ma sarebbe meglio chiamarla profezia, è quella alimentata dall’immagine del biglietto aereo con cui Cavani oggi dovrebbe arrivare da Parigi a Napoli (tra l’altro non ci sarebbe nulla di strano visto che i suoi due figli vivono nel capoluogo campano). Ma l’arrivo significa agli occhi del tifoso una sola cosa: la firma del contratto con il Napoli. Ecco quindi piccole folle pronte ad ammassarsi a Capodichino, occhi attenti a scrutare una possibile uscita segreta dalla pista.
I sogni, si sa, muoiono all’alba. Quelli del calciomercato più prosaicamente alle 20 del 17 agosto.

Marco Letizia

Quali i migliori azzurri della stagione 2017/18? Spunta 3 nomi e clicca

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...

LASCIA UN COMMENTO