A Torino, prima e durante Juventus-Napoli, è successo di tutto. Tutti episodi estremamente deplorevoli, tutti episodi di bieco, vile teppismo. Al di fuori dello Juventus Stadium sono stati selvaggiamente picchiati anziani, donne e bambini napoletani. Gli autori delle aggressioni sono essere miseri, senza neanche un codice d’onore e senza gli attributi. All’interno dell’impianto, poi, si sono levati i soliti cori beoti da parte di gente frustrata e sono stati esposti i soliti striscioni che denotano tra l’altro anche una mancanza di inventiva, di fantasia. Ma da gentaglia mentalmente piatta non ci si poteva aspettare altro.

Purtroppo, tutto quanto è accaduto non è stato poi sanzionato dal giudice sportivo. Nessuno gli ha riferito quanto si è verificato? E perchè? Tosel non ha visto i filmati, non ha udito i cori con schifosi insulti e auspici, non ha visto le foto? Perché solo il San Paolo va sotto la luce dei riflettori? Perché il giudice sportivo ancora una volta non è stato all’altezza del compito? Neanche un’ammenda alla Juventus. Sordo, cieco o altro?

Ho notato che molti quotidiani hanno ignorato le aggressioni ai napoletani. Il Mattino, il Roma e Radio Marte hanno denunciato quanto accaduto. Si sparano titoloni soltanto se certi certi episodi accadono a Napoli? Tosel e alcuni giornali ci confermano ancora una volta che solo i napoletani non possono sbagliare. Non è vittimismo, ma pura constatazione dei fatti e dell’assenteismo di chi è deputato ad intervenire, a decidere. Che vergogna!

P.S. Il Napoli, a Torino, ha perso per suo demerito e per i grandi meriti di una straordinaria Juventus (non solo contro il Napoli). Ciò premesso, va detto che Orsato, giudicato autorevole, preciso, perfetto, ha sbagliato in varie occasioni. Quelle a danno del Napoli: il primo gol della Juventus andava annullato per fuorigioco di rientro di Bonucci (i soliti buoni l’hanno giudicato millimetrico, ma c’era!); in un’azione pericolosa viene fischiato un fuorigioco a Lavezzi: non c’era; l’arbitro non ha mostrato il secondo giallo a Lichtsteiner per evidentissima simulazione: errore grave di Orsato, non di Conte che poco dopo ha intelligentemente sostituito il calciatore.

Vittorio Raio (fonte Radio Marte)

27 Commenti

  1. lo so grazie ma ti sto scrivendo dal pc del mio ufficio voglio pubblicare una foto di mio figlio luca che ha 20 mesi e con una maglia del napoli personalizzata, ma questa foto e nel pc di casa, in queste festivita la pubblico!!!!!!!!! …………….curiosi ahahahahaha

  2. antonello credo che con tutto questo parlare degli episodi avvenuti domenica purtroppo non faccia altro che mettere benzina sul fuoco per la partita dell’olimpico del 20 maggio dove sarà già molto difficile evitare laziali e romanisti che ci aspetteranno al varco.ero intenzionato a comprare i biglietti e portare anche mia figlia sedicenne insieme a qualche suo amichetto di fede iuventina ma credo che desisterò perchè prevedo una triste giornata di sportin quanto il prologo non mi sembra dei migliori.

  3. Spero vivamente che il Presidentissimo DeLa, uomo dei sogni,grande manager, innovatore, piglio da condottiero, abbia aperto gli occhi e si accinga a mettere da parte il suo ego. Le voci che vogliono un nuovo DG già cozzano contro le responsabilità che questi vorrebbe avere e che DeLa vorrebbe consegnare parzialmente.
    Quali sono gli obiettivi realistici di DeLa per il futuro depurati dai sogni?
    I fatti dicono che la gestione tecnica è stata carente e solo la super resa di alcuni giocatori ha permesso certi risultati. In tutti i casi ora abbiamo molti nodi da sciogliere. Anche il raggiungimento del 3° posto e della Coppa Italia dovrebbe essere seguito da una ristrutturazione tecnica. Allenatore e DS in primis così legati che sicuramente continueranno a lavorare insieme. Nessuno ha voluto chiarire le responsabilità gestionali del mercato estivo e invernale pertanto vanno divise tra loro. D’altra parte in estate l’allenatore voleva diventare il Ferguson del Napoli e bene fece DeLa a glissare.
    Attendiamo fiduciosi.

  4. Tosel non vede e non sente solo quello che non vuole vedere e sentire, però quando c’è il Napoli ci sente e ci vede amplificato x100, addirittura ha le allucinazioni, l’anno scorso c’era un treno che da roma portava a napoli distrutto completamente dai tifosi napoletani e mai ritrovato, forse sarà sul binario 9 e 3/4 della stazione di Kig’s Cross?!
    Tosel vai a vedere se il treno è arrivato in stazione.
    Se non lo trovi chiede ad Harry Potter a volte un pizzico di magia aiuta vedi lo sputo di lavezzi apparso per incanto con la bacchettà magica fornita da zio fester galliani.

  5. Pacileo: “Squadra stanca. Cannavaro? Di prestigioso ha solo…”

    Giuseppe Pacileo, grande editorialista del giornalismo partenopeo, è intervenuto nel corso di Marte Sport Live, sulle frequenze di Radio Marte. Ecco quanto evidenziato da AreaNapoli.it: “Non è un problema fisico ma è un calo mentale. Il Napoli ha avuto problemi di concentrazione anche nella sfida persa contro il Chelsea. Gli azzurri non hanno una rosa di 30 giocatori con grandi qualità, è logico che abbiano determinati cali. Il Napoli deve rinforzarsi soprattutto in difesa. Non giudico Cavani perchè non è stato servito bene, a Lavezzi darei un 6 di stima. La Lazio mi sembra molto stanca mentalmente e perdere a Parma è peggio che perdere a Torino. Stesso discorso per l’Udinese. Sono due avversari che si possono tranquillamente battere. La Roma e l’Inter stanno sotto. Pandev può essere un sostituto all’altezza ma non ha un rendimento stratosferico. Credo invece che Dzemaili debba avere fiducia: è in condizione e sa tirare da fuori. Ci sono due giocatori del Napoli che da tempo non mi convincono, uno ha solo il nome di prestigioso. Messi-Maradona? Il miglior Maradona è di un altro pianeta ma Diego non è sempre stato perfetto. Senza la cocaina avrebbe giocato fino a 40 anni”.

  6. Buongiorno.
    Si, Armilocho, belle parole….ma a cosa servono???
    Tanto, Tosel non le ascolterà mai, i rubentini (e tutti gli altri nordisti) nemmeno…La prossima volta sarà tutto uguale, e noi qui a indignarci ancora….
    Vogliamo i fatti, BASTA con le belle parole.

  7. Cosa succede dove sembra che non stia succedendo nulla? O dove molti vogliono farci credere che non stia succedendo nulla? Nelle regioni più dimenticate, come la Campania la Calabria, che pare esistere soltanto per la camorra e la ’ndrangheta? Siamo “terroni” (fieri di esserlo) ogni giorno e proviamo a rispondere con una voce fuori dal coro: forse, è proprio lì che si prepara il futuro. “Mentre tutti guardano al Nord, ricco e potente, alle loro spalle, al Sud, credo stia nascendo l’Italia di domani. Un’Italia migliore.

  8. Io penso che Raio sia un bravissimo professionista. La sua esperienza al servizio degli ottimi giovani colleghi di Radio Marte è un valore aggiunto. Poi, come ognuno di noi, avrà le proprie opinioni, che non sempre coincidono con quelle degli altri smile

  9. Vero, vero, Antonello. Ogni tanto (o troppo spesso) estremizzo i miei pensieri. Volendo essere più “democratico cristiano” posso dire che Raio sarebbe di maggiore esempio e aiuto ai colleghi più giovani se insegnasse anche ad avere senso critico, dando prima lui l’esempio.

    Come dire…Pacileo è una cosa, altri…

  10. Credo che l’atteggiamento dei tifosi della juve non sarà dimenticato facilmente dai napoletani, e questo mi preoccupa non poco per il prossimo incontro di roma!
    Si parla tanto di evitare gli insulti negli stadi per prevenire gli scontri,ed invece é possibile ancora leggere certi striscioni!
    Che paese pietoso che siamo,deboli con i forti, e forti con i deboli…

  11. Anche io ho la stessa paura di Miles, ho paura che a Roma possa succede qualcosa di grave e per fa si che questo non accada ci vorrebbe un organizzazione perfetta, dei percorsi diversi per le due tifoserie ed orari diversi d’entrata e di uscita, lo so che è una partita di calcio e non una guerra , ma a mali estremi estremi rimedi.
    Antonella lo so che le parole di Schettino non saranno ascoltate da Tosel, ma spero almeno che le ascoltano quei tifosi Juventini che vivono a Napoli e che sono i primi ad essere offesi da questi ignoranti.

  12. Come sempre il grande pacileo ha ragione. Questa è una squadra che è amministrata e allenata come un pugile; essenzialmente fisica , da sponare continuamente all’angolo da un allenatore-motivatore ( e poc’altro), e , cosa più importante , non ha ricambi all’altezza per supportare una stagione ai massimi livelli in italia e in champion’s.

Rispondi