9 Condivisioni

Non solo la questione ammutinamento ancora da chiarire (con la squadra che aspetta notizie da De Laurentiis); non solo la sempre più evidente crisi di risultati e di gioco che Ancelotti dovrà risolvere; non solo i problemi legati alla micro criminalità che sta infastidendo, e non poco, i giocatori del Napoli. In mezzo a tutto questo gran casotto partenopeo c’è un altro problema (che sconfina quasi nel giallo) da gestire: l’infortunio di Arek Milik, l’attaccante azzurro più in forma dell’ultimo mese. Il polacco, infatti, ha saltato l’ultima partita interna contro il Bologna (forse non a caso terminata 0-0) ufficialmente per un’indisposizione, come comunicato dal Napoli attraverso un tweet, ma poi si è diretto nel ritiro della sua Nazionale per rispondere, almeno formalmente, alla chiamata del suo Ct.

Milik ko, il comunicato della Polonia

Dopo una serie di controlli ai quali si è sottoposto è stato rispedito a Napoli a causa di una lesione ai muscoli addominali, per la quale è stato subito trattato con una terapia specifica già dai medici della sua Nazionale. La conferma arriva dallo stesso Napoli ma anche dal team manager della Polonia che con un tweet ha comunicato la diagnosi dei primi esami strumentali dell’attaccante. “Arek Milik ha lasciato il ritiro della Nazionale. Come verificato dai controlli Milik è arrivato in Polonia con una lesione muscolare addominale e dopo una terapia iniziale e una consultazione con lo staff medico, è stato deciso di non correre rischi inutili e di farlo tornare a Napoli.” La cura ora proseguirà in quel di Castel Volturno dove, almeno al momento, non possono dire con certezza quando sarà in grado di tornare in campo, anche se sembra difficile possa farcela per la prima partita dopo la sosta, quella che il Napoli giocherà venerdi 23 novembre alle 18.00 contro il Milan. Una situazione che sarà monitorata giorno dopo giorno, ma che di certo non lascia tranquillo Carlo Ancelotti, già alle prese con diverse questioni spinose. Sport.Sky.it

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.