Quando gli è stato comunicato che l’aereo che l’avrebbe dovuto portare a Bologna insieme alla squadra, era di piccole dimensioni, Maurizio Sarri non ha esitato a raggiungere la stazione centrale e a salire sul Frecciarossa delle 15. Stavolta – si legge sulla Gazzetta dello Sport – il timore di volare ha avuto il sopravvento sul coraggio che altre volte Sarri aveva dimostrato. L’aereo non è per niente il suo mezzo di viaggio preferito.