Condivisioni 5

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport analizza l’apporto degli uomini della panchina in questa stagione per il Napoli. Ancelotti ha saputo renderla pratica in ogni match finora, sono ben otto i gol provenienti da calciatori subentrati a gara in corso. Lunedì sera, a Bergamo, Arek Milik è stato addirittura determinante per i tre punti. Il tecnico azzurro l’ha mandato in campo all’82esimo e, dopo appena tre minuti, l’attaccante polacco ha girato in rete il pallone della vittoria. Ancelotti ha voluto fortemente la valorizzazione dell’intero organico. Pur avendo dispensato spettacolo e fatto il record i punti (91) nella storia del club, Maurizio Sarri non ha mai tenuto in seria considerazione i cosiddetti panchinari. Il suo standard di formazione, oltre ai soliti titolarissimi, non è mai andato oltre i 15-16 giocatori, il turnover non gli è mai appartenuto. Diversamente da quanto sta facendo Ancelotti che, finora, ha schierato ben 21 giocatori dal primo minuto, valorizzando l’intera rosa, senza alcuna preclusione. Calcionapoli1926

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.