Condivisioni 2

Domani per San Valentino alla mostra «Il Napoli nel Mito» di scena al Museo Archeologico offerta «due per uno» nel tentativo di far felici tifose e tifosi nel giorno degli innamorati. I sostenitori azzurri però quest’ anno hanno spesso preferito rimanere a casa quando la squadra di Sarri è stata impegnata in campo europeo. Il campionato, evidentemente, ha un altro fascino per la gente di Napoli che chiede con insistenza il tricolore e spinge anche la squadra a considerare prioritario il campionato (Sarri con il Lipsia risparmierà Albiol, che ieri ha fatto differenziato, non avrà Chiriches, distrazione di primo grado al bicipite femorale sinistro, e difficilmente rischierà Hamsik che ha fastidio alla schiena).

RECORD NEGATIVO Per intenderci, al San Paolo c’ erano ben 53.609 spettatori con il Sassuolo e 49.137 per il derby con il Benevento, più di quanti ne abbia fatti registrare la sfida spettacolo in Champions con il Manchester City (44.483). Non c’ è amore più grande, quindi, di quello per lo scudetto che il popolo di Fuorigrotta vuole contribuire a conquistare. Invece, le partite internazionali sono state vissute quasi come un fastidioso intermezzo tra una gara e l’ altra di Serie A. Complice, forse, la prima sconfitta stagionale in casa dello Shakhtar, allo stadio per Napoli-Feyenoord c’ erano appena 22.577 paganti mentre il match di ritorno con gli ucraini si è giocato in un clima spettrale dinanzi a soltanto 10.573 persone (record negativo stagionale).

DOPPIETTA Il club ha provato così ad abbassare i prezzi per Napoli-Lipsia di giovedì (da 14 a 80 euro ma tariffe agevolate per gli abbonati) però la risposta del pubblico è fredda: poco più di seimila i tagliandi venduti a ieri. È certo che ci sarà maggiore affluenza per Napoli-Spal (la previsione è di almeno 30.000 spettatori, come con la Lazio) di domenica alle 15, un orario che tra l’ altro richiama sempre molta gente a Fuorigrotta. In tanti faranno «doppietta», nel senso che prima del match ascolteranno via radio il derby di Torino.

Fonte: Gazzetta dello Sport

12 COMMENTI

  1. Contesto fermissimamente la frase per cui “… Non” … ci sarebbe “… amore più grande, quindi, di quello per lo scudetto che il popolo di Fuorigrotta vuole contribuire a conquistare… “.
    La reputo invece una solenne sciocchezza funzionale SOLO agli interessi di DE LAURENTIIS… oltre che a tutti coloro che da sempre ci vogliono così come cercano di farci apparire da 160 anni ad oggi.
    Frase che determinerà solo l’effetto INGIUSTO, IMMOTIVATO ed INFONDATO di farci passare per quello che non siamo: dei derelitti, oltre che inguaribili PROVINCIALI.

    MOLTO semplicemente i tifosi – ormai da qualche anno abituati ai palcoscenici internazionali – sanno perfettamente che se la società NON è in grado… anzi PEGGIO…. NON VUOLE allestire una squadra… UNA… per giocarsi fino alla fine l’ormai UNICA competizione plausibile (il campionato)… – figurarsi se può avere la forza per sostenere due competizioni di livello…
    A parte che se – …come dimostrano puntualmente i NON mercati… –
    LA SOCIETA’ NON vuole… il traguardo possibile… allora … la stessa proprietà NON PUO’ essere premiata….
    Ma innanzi tutto … i tifosi stanno A CHIARE LETTERE invocando tutto il gruppo (dai ragazzi al mister…) DI CONCENTRARSI solo su ciò che – NONOSTANTE la proprietà… – potrebbe essere ancora possibile CON L’AIUTO di DIO.

  2. Anni fa gli appecorati avevano lo scusa che era presto dovevamo aspettave per vincere lo scudetto, eravamo appena arrivati dalla B.
    Poi venne la volta di Mazzarri…. è tutta colpa soje, nun è buon, ha un gioco di medda, brucia i giocatori!!
    Poi arrivo’ Benitez e dissero: ecco con lui finalmente arriveranno i campioni vinceremo!!
    Poi venne il turno dell’accontentiamoci, o tribbbunal o falliment, prendete coscenza della nostra miserabbbbile realtà. Stiamo con le pezze al cu.lo non ci sono soldi!
    Poi finalmente per la prima volta il club fattura più 300 mil eppure n’accatt a nisciun.
    IN FINALE SONO SCOMPARSI TUTTI GLI APPECORATI DAL BLOG.
    SMENTITI SU TUTTA LA LINEA 😂😂😂😂😂😂

  3. Ma la più bella resta sempre
    AMMUSURAMMC A PALL….A ME NON INTERESSA VINCERE MI BASTA METTERE PA”V”URA ALL’AVVERSARIO.

    Battuta che rispecchia il carattere arrendevole, debole, perdente, disfattista e d’appecorato dell’autore ormai disciolto come neve al sole.😂😂

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.