1 Condivisioni

Non è assolutamente passata la burrasca in casa Napoli. Oltre alla posizione di Carlo Ancelotti, che rimane sotto osservazione a causa dell’assenza di gioco e risultati, resta tuttora in sospeso la questione che ha contrapposto la squadra al presidente Aurelio De Laurentiis per quanto concerne il famoso ammutinamento e le multe comminate nei confronti dei calciatori. Secondo quanto riferisce La Repubblica, nemmeno l’incontro a Castel Volturno di venerdì scorso è servito a riportare il sereno e a tranquillizzare i giocatori, che temono che il promesso sconto sulle sanzioni economiche possa non arrivare.

I GIOCATORI NON SI FIDANO – Nello specifico, il sospetto più forte è legato al fatto che provvedendo al pagamento di quanto richiesto (il 25% delle rispettive mensilità lorde, il 50% per Allan e Insigne) potrebbe essere rappresentato da De Laurentiis come un’ammissione di colpa. Un’eventualità che potrebbe innescare a quel punto la richiesta risarcitoria da parte della proprietà del Napoli per i danni di immagine arrecati, per un importo che si aggirerebbe complessivamente sui 7-8 milioni di euro e che supererebbe di gran lunga i 2,5 derivanti dalle sole multe. 

PRONTO IL RICORSO – Per questo motivo, i calciatori del Napoli, che si sono già rivolti al sindacato che li rappresenta, sono sempre più intenzionati a fare ricorso contro i provvedimenti varati nei loro confronti e ad affidare il mandato agli avvocati Luca Albano e Luciano Malagnini di difendergli presso il Collegio Arbitrale. La composizione di quest’ultimo e l’incontro tra gli arbitri determinati dalle due parti dovrebbero incontrarsi prima di Natale e i giocatori, che non si presenteranno, avrebbero convocato il tecnico Carlo Ancelotti, il ds Giuntoli e il team manager De Matteis come testimoni, per dimostrare di aver ottemperato nei giorni successivi all’ammutinamento ai loro doveri, presentandosi regolarmente agli allenamenti. Calciomercato.com

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.