2 Condivisioni

Vai a casa, vai a casa, vai a casa”: Kostas Manolas era particolarmente spazientito nei confronti di Luis Suarez e al 26′ di Napoli-Barcellona ha ripetuto gentilmente l’invito (si fa per dire) all’avversario. Si era ancora sullo 0-0 e i due hanno cominciato a battibeccare, finché, saltati leggermente i nervi, al difensore greco è balenata l’idea dello sfottò. Così ha alzato la mano e ha fatto il segno del tre.

Facile capire a cosa si riferisse Manolas: 10 aprile 2018, ritorno dei quarti di Champions League, l’Olimpico vive una notte storica con la Roma che rimonta la sconfitta dell’andata al Camp Nou e battendo 3-0 il Barcellona si qualifica per le semifinali. Il gol decisivo, guarda un po’, lo segna proprio Manolas che quella partita non la dimenticherà mai. E così ha voluto ricordarla anche a Suarez. Certo, il Pistolero, che sul momento ha incassato il colpo limitandosi probabilmente a insulti verbali, deve essersela presa, si è caricato e ha segnato una doppietta, con il Napoli sconfitto 4-0. Ma quella negli Stati Uniti era soltanto un’amichevole. SportMediaset

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.