Condivisioni 3

I cambi di Ancelotti a disorientare l’avversario. L’edizione odierna del Corriere della Sera riporta un dato statistico ed una chiave di lettura molto interessante sull’argomento: “Il Napoli un record l’ha già raggiunto, il Napoli è la squadra che ha segnato di più nei primi quindici minuti. Il sospetto che siano le continue trasformazioni di Ancelotti a sorprendere, pronti via, gli avversari è più che legittimo. Stavolta, il Sassuolo. Si ritrova sotto dopo tre giri d’orologio senza aver capito che Ounas nell’inedita versione di prima punta poteva superare Magnani con un pallonetto di quelli d’autore e poi andare al tiro di sinistro. Tutto molto facile, grazie anche all’errore di Locatelli che gli confeziona l’azione.  Il Napoli torna a vincere in campionato dopo la sconfitta allo Stadium, superando anche il rischio euforia per l’impresa in Champions contro il Liverpool. Ma non è un copione semplice, perché il Sassuolo non si snatura: lascia giocare e gli azzurri sprecano, ma gioca anche. E se Ospina non si fosse trasformato nell’uomo che para tutto con i piedi, la squadra di De Zerbi avrebbe avuto modo di riaprire la gara, più volte”.

LASCIA UN COMMENTO