Condivisioni 8

Carlo Ancelotti ha parlato ai microfoni di Sky dopo la vittoria sul Borussia: “Vincere non è tanto importante in questo momento. La gara è stata diversa rispetto a quella col Liverpool, con meno errori anche se qualcuno c’è stato ancora in fase di costruzione. C’è l’idea di cambiare qualcosa, che necessita più tempo, questo è normale. Dobbiamo aprire più il gioco in fase di costruzione”.

Squadra più compatta e più solida. “Il tipo di gara è stato diverso, abbiamo atteso un po’ in più rispetto alla pressione offensiva fatta col Liverpool, e abbiamo rischiato meno. Ma quando le gambe staranno meglio cercheremo una pressione più alta, non c’era possibilità di tenere ritmi altissimi oggi”.

Milik a segno. “Il gol è un’ottima notizia, ma è un giocatore presente in tutte le fasi del gioco. Bisogna avere pazienza con lui, conosciamo le sue vicissitudini. Ora sta bene e senza dubbio il gol lo aiuterà”.

Con Mertens si cambierà? “L’idea resterà quella, poi ogni interprete ci mette del suo. Dries può giocare sia come punta centrale, che più arretrato o come esterno, quella che credo sia la sua posizione ideale”.

Battere il Borussia può aiutare? “Ovviamente le sconfitte a livello morale non aiutano, ma in questa fase i risultati lasciano il tempo che trovano. Bisogna migliorare, anche la gara di oggi ci ha detto che esistono dei miglioramenti da operare e speriamo di farli in tempi brevi”.

Malcuit aiuterà? “E’ un terzino molto molto offensivo, veloce, ma è chiaro che si deve inserire con gli altri e imparare i movimenti della difesa, che i ragazzi fanno molto bene. Magari dovrò telefonare Sarri e vedere se mi aiuta (ride)”.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.