1 Condivisioni

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Daniele Sebastiani, presidente del Pescara: “Insigne e Verratti sono due campioni e lo devono a loro stessi, nonostante noi abbiamo fatto il nostro lavoro. Ieri sera una soddisfazione immensa, sapere che questi ragazzi sono partiti da qui per me è un motivo di soddisfazione importante. Credo che un giocatore napoletano, nato e cresciuto lì, protagonista della squadra del cuore, penso debba rimanere. Ognuno ha delle ambizioni, potrebbe voler fare altre esperienze, cercare una squadra che riesce a vincere qualcosa, il Napoli ha fatto bene, ma non ha avuto vittorie importanti, quindi può essere attratto da altro. Totti, ad esempio, restando a Roma ha vinto meno di quanto potesse vincere. Penso che Lorenzo abbia dichiarato il suo amore per Napoli e i napoletani e quindi resterà. Insigne e Verratti sarebbero potuti essere compagni di squadre, il Napoli fece un’offerta seria per Marco, ma non se ne fece niente. Tutino a Pescara? Gliel’ho chiesto anche l’anno scorso ed è andato a Cosenza, ha fatto un grande campionato. Mai dire mai, forse oggi il ragazzo vuole qualcosa in più. Lorenzo Insigne ne è una dimostrazione, è partito da Cava de’ Tirreni ed è arrivato al Napoli, qualcuno rischia di bruciare le tappe, la gavetta è importante. Gaetano e Tutino in squadra? Sono forti, come fai a non guardarli? Non li ho chiesti ancora, ma ci sto pensando. Sono abituato a prendere giocatori per farli giocare, quindi mi faccio un’idea di cosa mi serve e vado mirato”.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.