Condivisioni 7

In diretta a “Un Calcio Alla Radio”, trasmissione condotta da Umberto Chiariello sulle frequenze di Radio CRC Targato Italia, è intervenuto Antonello Perillo, giornalista RAI: “Milik a me piace molto e mi è sempre piaciuto. Ricordo quando arrivò, il Napoli cedette Higuain e tutti ci aspettavamo un colpo, ma spuntò Milik. Io dissi al presidente che aveva fatto un grande colpo, col solo difetto che non era conosciuto. Lui vantava numeri da record in una cinquantina di partite in Olanda. Se questo ragazzo non avesse avuto quei brutti infortuni, sono sicuro che avrebbe avuto un rendimento migliore di quello che ha adesso, e comunque secondo me male non sta facendo. Campionato aperto? Diciamo che non può chiudersi del tutto. La Juve ha un calendario difficile. Parliamo della squadra più forte del campionato italiano, però è pur vero che deve giocare contro Inter, Torino, Roma e Atalanta e la Juve può perdere qualche punto. Il Napoli non deve fare nient’altro che vincere. Penso che Ancelotti questo lo abbia capito per primo. Contro l’Atalanta sapeva che se non avesse vinto, sarebbe andato ad undici punti e si sarebbe allontanato troppo. Credo che questo sia il momento decisivo. Speriamo che Icardi ci faccia un regalo”.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.