Condivisioni 3

A Marte Sport Live su Radio Marte è intervenuto Pierpaolo Marino, dirigente sportivo

“Voglio molto bene a Edo De Laurentiis, l’ho cresciuto come un figlio aggiunto: eravamo in ritiro perpetuo a Castelvolturno e lui aveva appena 18 anni. Sarei felicissimo se riuscisse a gestire il Napoli, ma credo che De Laurentiis con quelle parole abbia voluto solo provocare.
Aurelio vuole essere protagonista e in un momento in cui il calcio va avanti e il cinema indietro e lui vorrà mettersi in mostra col calcio Napoli.

Che il presidente porti il Napoli a giocare la Champions al San Nicola non ci credo affatto. De Laurentiis è un abile giocatore, ma so quando bluffa. Sul fatto che De Laurentiis voglia costruire uno stadio non ho certezze, ma lo diceva anche ne 2004.

Per vincere lo scudetto, il Napoli avrebbe dovuto prendere 1 o 2 top player così da dare convinzione alla squadra, all’allenatore e all’ambiente. Quando si cambia guida tecnica generalmente si trascorre un anno di transizione.

Ancelotti credo voglia apportare dei correttivi perchè dopo Genova dovrà dare dei segnali. Qualcosa non ha funzionato e cedo che sabato contro la Fiorentina possano esserci assenti eccellenti e non mi meraviglierei se il tecnico cambiasse anche modulo”

LASCIA UN COMMENTO