8 Condivisioni

Basta, fermi, non andiamo avanti, sospeso tutto. Raffaele Cantone, il procuratore capo di Perugia, ha deciso – lo scrive l’Ansa – di bloccare da oggi a tempo indeterminato tutte le attività d’indagine relative al famoso “esame farsa” di italiano di Luis Suarez. Una decisione clamorosa maturata però dopo diversi giorni di arrabbiature per le fughe di notizie e di documenti. Il procuratore ha anche deciso l’apertura di un fascicolo per accertare eventuali responsabilità. “Sono indignato per quanto successo finora, compreso l’assembramento dei mezzi di informazione oggi sotto alla Procura. Faremo in modo che tutto questo non accada più”. Già nei giorni scorsi, Cantone aveva mostrato irritazione per quelle che ritiene ripetute “violazioni del segreto istruttorio”. L’inchiesta stava vivendo fra l’altro proprio oggi una giornata particolarmente cruciale con gli interrogatori, da persone informate sui fatti e non da indagati, dei legali della Juve, Luigi Chiappero e Maria Turco, e con il conferimento degli incarichi ai periti informatici per il lavoro su pc e telefonini dopo perquisizioni di martedì. Probabilmente quello di Cantone è un tentativo di evitare una pressione mediatica in un momento delicato delle indagini. Gazzetta.it

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.