Condivisioni 3

Pier Paolo Marino lo portò a Napoli nell’estate del 2007: un grande colpo dell’ex direttore generale del Napoli, che lo prese dal Brescia per cinque milioni, uno di quelli che conosce Hamsik meglio di tutti e al quale è legatissimo. «Sono veramente sorpreso per quello che sta succedendo e che non si trovi la quadra della trattativa. Certo, i cinesi sono difficili ma anche De Laurentiis è un osso duro».

Come finirà?
«Secondo me si conclude, Hamsik andrà in Cina. Tutto questo fa parte del gioco delle parti di una trattativa: in questo momento è una partita di poker tra il club cinese e il presidente De Laurentiis. Se dovessi fare una scommessa punterei sul fatto che il trasferimento di Marek al Dalian andrà in porto».

Ma intanto Hamsik resta qui: come l’avrà presa la notizia?
«Non gli farà piacere, la sua scelta l’aveva presa condividendola con la famiglia, si tratta di una quelle offerte veramente irrinunciabili. Mi dispiace molto per lui che si stia trovando in questa situazione visto che persona è e tutto quello che ha dato al Napoli».

Come farà a riattaccare la spina con il Napoli?
«Neanche un robot ci riuscirebbe, mentalmente sarebbe davvero complicatissimo. Ma sono certo che non succederà perché anche al club conviene cederlo: c’è tempo, il mercato in Cina chiude il 28 febbraio». Roberto Ventre per Il Mattino

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.