Condivisioni 8

Antonio Corbo, editorialista de La Repubblica, è stato ospite della trasmissione ‘A Tutto Napoli’ in onda sulle frequenze di RMC Sport: “Il Napoli ha cinque buoni motivi per sostenere la sfida con la Juventus. Pensare che sia davvero un campionato aperto è impossibile, la Juventus con Ronaldo è sicuramente una squadra troppo forte. Ma se si comincia a riflettere il Napoli ha qualcosa in più, ossia non lo stesso allenatore. La squadra riparte con degli elementi di grande novità, come potrebbe essere anche Rog. Mi è piaciuto quando Ancelotti l’ha preso sotto braccio. E’ un giocatore molto importante, va disciplinato ma ha grande forza. Il Napoli non si tira indietro con la Juventus, deve partecipare e può farcela. Il grande motivo a Napoli sarà il confronto tra Sarri, sempre elogiato, e Ancelotti. Vedremo due modi diversi di gestire la squadra”.

Su Cristiano Ronaldo: “La Juve lo prende a 33 anni per una cifra lunare, forse è un modo di dissolvere tutto quello che s’è detto sulla Juventus, ossia che è una squadra ben organizzata e di grande forza sul mercato. Però alla fine, pur di vincere la Champions League, ricorri ad una mossa sofferta ed ambiziosa, ma che sembra da spacconi. E’ un colpo che va contro ogni logica”.

Un colpo da Champions. “E’ stato preso il miglior giocatore per realizzare il sogno Champions League. Per fortuna il calcio è questo gioco meraviglioso che distruggono la forza”.

De Laurentiis risponderà con un acquisto importante? “C’è un abisso tra il presidente del Napoli e i tifosi del Napoli. Tutti aspettano Cavani, ma guadagna 12 milioni. Sarebbe una operazione antitetica a quella cultura di impresa che ha reso De Laurentiis antipatico e lontano dal pubblico, ma ha portato il Napoli dalla Serie C alla Champions League e sempre tra i primi tre negli ultimi anni. In quest’equilibrio si vede la modernità del calcio e anche il futuro”.

Tuttonapoli

LASCIA UN COMMENTO