4 Condivisioni

Come riporta l’edizione odierna di Tuttosport, serviva il pugno duro. Il Napoliaveva bisogno del metodo-Gattuso per risollevare le sorti della stagione, per regalare ai tifosi la sensazione di essere ancora la squadra che può mettere in difficoltà chiunque e per continuare a sognare, seppur solo nelle Coppe. Il campionato è ormai compromesso, ma quell’ottavo posto in classifica dà maggiore risalto al lavoro del tecnico. Il Napoli non è abituato all’enorme distanza che ha accumulato dal primo posto: 24 sono i punti di distacco dalla capolista Juventus e giocare senza avere più come obiettivo la vittoria non faceva parte da tempo del modus operandi degli azzurri. I 33 punti del Napoli rispetto ai 45 dell’Atalanta, inoltre, non gli permettono neppure di sperare nella Champions, ecco perché Gattuso ha mischiato un po’ le carte rispetto al suo predecessore dando spazio a chi realmente sta meglio. I big del Napoli sono in “quarantena”: gioca chi sta meglio e la filosofia del tecnico sta pagando, in termini di risultati, di punti e di umore generale. Gioca chi ha voglia di sacrificarsi, a prescindere dai contratti rinnovati o in scadenza, delle sirene di mercato che impazzano. Ma, soprattutto; squadra che vince non si cambia. Rispetto al Ancelotti, Gattuso non stravolge le formazioni da una gara all’altra, ma punta a un’identità precisa, fatta anche di punti di riferimento. Ecco perché dopo la vittoria in Coppa Italia con la Lazio, Gattuso ha cambiato solo 2 calciatori nella gara con la Juventus (vincendo) e poi ancora due in vista della Sampdoria (vincendo). Contro il Lecce poi ha stravolto un po’ la squadra, ha sostituito 6 calciatori ed è uscito sconfitto dal San Paolo (2-3 per i pugliesi), poi il tecnico è tornato sui suoi passi rimettendo in campo chi gli aveva permesso di vincere e cambiando 5 calciatori nella gara contro l’Inter (vincendo) e ancora, un solo cambio contro il Cagliari.

Milik e Mertens

Presumibilmente anche venerdì a Brescia il tecnico non stravolgerà il Napoli: prevedibilmente farà solo un paio di avvicendamenti, considerando anche le condizioni non ottimali di Hysaj. Nella gara col Cagliari è uscito dal campo malconcio e gli esami clinici hanno evidenziato una distrazione di grado lieve del legamento collaterale mediale del ginocchio destro. Nulla di grave: qualche giorno di riposo e poi potrà tornare ad allenarsi con la squadra. Probabilmente il tecnico non lo rischierà venerdì, ma ripartirà ugualmente dalle certezze e tra queste c’è sicuramente Dries Mertens. Continua ad essere decisivo, con il gol di Cagliari ha regalato la vittoria al Napoli ed è arrivato a quota 120 reti, ad un passo dalla storia che è stata scritta con i 121 gol di Marek Hamsik. Un goleador, ma anche un amuleto e i numeri lo incoronano: il Napoli in questa stagione ha una media punti notevole con Mertens in campo: quasi 2 a partita (1.8 per la precisione), ma la media crolla vertiginosamente a 1.2 quando il belga non c’è in campo. Nella gestione Gattuso poi, lo score è addirittura migliorato: con Mertens in campo la media punti del Napoli è pari a 2 a partita, la media gol è di 1.8 a gara e le sconfitte sono pari al 33%. Senza di lui invece, la percentuale di sconfitte del Napoli sale al 60%, la media gol cala a 0.8 a match e la media punti è a 1.2 a partita. Venerdì a Brescia si potrebbe rivedere il tridente leggero Callejon-Mertens-Insigne. CALCIONAPOLI24

  • 💶BILANCI. Il Napoli si conferma club virtuoso
    Focus bilanci delle squadre di Serie A sull'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, secondo cui De Laurentiis si conferma abile venditore. Nel dettaglio si legge: "Le ricche cessioni di Jorginho (60 milioni) e Hamsik (20) hanno regalato al Napoli un altro esercizio in utile: +29,2 milioni nel 2018-19. In queste ultime stagioni i bilanci in attivo … Read more
  • ⚽️UEFA. L’annuncio: “Diamo priorità al campionato”
    Michele Uva, vicepresidente della Uefa, parla a Tuttosport svelando quello che potrebbe accadere da qui alle prossime settimane: "Abbiamo dato priorità al completamento dei campionati nazionali ovviamente con l’integrazione delle finestre per concludere le Coppe europee. La commissione Uefa, Eca e EL ha sul tavolo diverse soluzioni per lavorare armonicamente anche con opzioni di sforamento di … Read more
  • 👉GAZZETTA. Ipotesi cristallizzazione se non si gioca a marzo
    L'emergenza Coronavirus rappresenta, nel mondo del calcio, al momento un ostacolo difficile da superare, per alcuni addirittura insormontabile. Il poter riprendere la stagione non sembra un aspetto cosi scontato, ed anzi in molti si preparano a quello che potrebbe essere l'epilogo più amaro, con conseguenze che sarebbero davvero importanti. Come riportato questa mattina da La Gazzetta … Read more
  • PREMIER LEAGUE. Ancelotti vuole portare all’Everton due big del Napoli
    Ha grandi ambizioni Carlo Ancelotti per il suo Everton e per arrivare dove vuole non guarderà in faccia a nessuno. Neppure alla sua ex squadra, il Napoli. Infatti, secondo La Gazzetta dello Sport, il tecnico di Reggiolo avrebbe messo nel mirino due big partenopei: Allan e Koulibaly. Il centrocampista ha vissuto momenti davvero difficili nell’ultima … Read more
  • 🔴UFFICIALE. Olimpiadi rinviate al 2021
     Cio ha ufficializzato con un comunicato la notizia anticipata dal premier giapponese Abe: "I Giochi sono rinviati al 2021, non oltre l'estate, per salvaguardare la salute degli atleti e di tutti i partecipanti. Manterranno il nome di Giochi olimpici e paralimpici Tokyo 2020". La fiamma olimpica rimarrà in Giappone. 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.