Condivisioni 2

“Addio alla linea: il cambio in difesa”. Così titola l’edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno che si sofferma sui cambiamenti apportati da Carlo Ancelotti al modo di difendere degli azzurri dopo l’era Sarri: “Una rivoluzione copernicana, Ancelotti ha cambiato la filosofia di riferimento in entrambe le fasi: a livello difensivo i punti di riferimento sono l’uomo e la palla, la linea è un criterio organizzativo, non la soluzione di reparto su cui impostare la copertura degli spazi, la «luce» con cui liberarsi dalle ombre delle proprie incertezze. Ancelotti ha scommesso sul valore del suo organico, ha lavorato per far migliorare gli azzurri nelle letture individuali e di reparto senza appoggiarsi necessariamente all’armonia della linea”. 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.