0 Condivisioni

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Fabrizio Corsi, presidente dell’Empoli: “Parisi? Voi non avete la percezione di quanto male fate a Parisi a sentire questi discorsi. Parlare di Parisi e Ricci. Ho sbagliato a parlare troppo di Ricci. Ricci? Si è creato delle aspettative tali, che se gioca da sei e mezzo sembra quasi che non abbia giocato. Pare che deve sempre giocare da otto e nove. I ragazzi bisogna ovattarli da questa serie di elogi. Anche i ragazzi più seri se fai così li togli. Rapporto con Giuffredi? Mario è venuto ad Empoli, ha preso Valdifiori e poi li ha presi tutti (ride ndr). All’inizio prese Valdifiori e Laurini. Da quanti anni guido l’Empoli? È il mio trentesimo anno. Mi avevano detto che era una cosa di qualche mese. Come faccio a trovare tanti ragazzi forti? Che ne so! Io ho avuto con me persone brave: allenatori, settore giovanile, dirigenti. Sono stato bravo a scegliere queste persone. Poi la cultura dei giovani l’Empoli l’ha sempre avuta. Ha sempre risolto il proprio bilancio vendendo giocatori. Lodi? L’ho avuto per dieci anni a casa mia. Cerchiamo di essere famiglia e spesso ci sostituiamo anche alle famiglie. Ad un certo punto Montella che aveva 12 anni una sera mi telefona e mi dice che bisogna andare a cena con Di Natale perché sente nostalgia di casa. Cioè Montella che era il più piccolo si adoperava per il più grande. A quei tempi forse ero consigliere. Siamo cresciuti insieme. In questi giorni ho fatto un contratto ad un bimbo di 14 anni, che aveva adocchiato anche la Juve e ci sono dei rapporti fraterni. Il ragazzo viene dalle nostre zone. Dionisi? Già allenava l’Imolese e non ci dispiaceva. È un allenatore di talento che è molto preparato e ha la passione che si deve ad un uomo di quarant’anni. Napoli in Coppa Italia? Si viene lì per fare bella figura, poi i ragazzi sognano di battere il Napoli. Sono ragazzi (ride ndr). Io sogno di battere la Salernitana domenica prossima. In formazione sperimentale? Credo che per la maggior parte giocheranno quelli che giocano meno. Ricci e Parisi? Io non so mica quale sarà la formazione, ma le idee deve avercele l’allenatore. Posso immaginare solo le sue idee, ma le tirerà fuori mercoledì prima della partita. Consiglierei Sarri al Napoli? Gattuso mi piace quanto Sarri, anche se con Sarri ho avuto un bel rapporto. Tornerebbe al Napoli Sarri? Non lo so. L’ho sentito? Sì, L’ho sentito un paio di volte, ma abbiamo parlato di ragazzini del settore giovanile. L’ho trovato con una certa energia. Gli ho detto di star pronto per rientrare. Gattuso, però, mi piace molto come persona. Ha dei valori e li esterna e li comunica molto bene”.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.