4 Condivisioni

Vincenzo Pisacane, agente di Lorenzo Insigne, è intervenuto a ‘Campania Sport’ su Canale 21: “Giudizio sulla prestazione? Non tocca a me giudicare, lascio parlare chi ha più competenze di me. Però, di sicuro, posso dire che ci sono diversi problemi e non basta un singolo per far tornare il Napoli a far bene. D’altronde 8 infortuni non sono facili da gestire visto che si gioca ogni 3 giorni, e a disposizione ci sono pochi uomini. Se a una squadra si tolgono 7 titolari e giocano ragazzi che non reggono i 90 minuti la situazione si complica. Domani mi aspetto tutti che inveiscono contro Gattuso e il suo gioco. Il giorno che sentirò dei complimenti da parte di Iannicelli diventerò la persona più felice al mondo. A nessuno piace questo periodo, ma nello spogliatoio nessuno si schiera contro Gattuso. Ci sono delle difficoltà evidenti e oggettive, a chiunque se togli 8 giocatori va in difficoltà. Decisioni della società? Spero non decidano nulla sull’allenatore in panchina e capiscano il momento. De Laurentiis ora penserà a tante cose. Di sicuro lui non è stupido e sa delle difficoltà che sta riscontrando la squadra. Credo sia normale essere preoccupati di avere solo un attaccante per 3-4 partite, piuttosto che uno in campo e due in panchina. Ora l’importante è cercare di recuperare la metà degli infortunati in modo tale da dare una mano all’allenatore. Insigne? Si è fatto una infiltrazione, voleva giocare dal primo e sacrificarsi come contro il Granada, ma si è preferito non rischiarlo. Gattuso? Continuare con lui è la scelta migliore. Non penso che sulla piazza ci sia qualcuno migliore disposto a venire a Napoli per fare da traghettatore nell’immediato. Per il futuro non sono dinamiche dove posso intervenire. Se la squadra non stesse dalla parte di Gattuso, lui se ne sarebbe andato. Rinnovo Insigne? Aspettiamo che finisca la stagione per parlarne, non creiamo altri alti e bassi. Il mancato rinnovo di Gattuso non ha influito sulle prestazioni del Napoli. Attualmente l’importante è pensare alla stagione e concluderla come meglio si può fare. Lorenzo ha il contratto in scadenza nel 2022 ma ora pensiamo alla stagione. Arriverà poi il tempo di sederci a tavolo con il presidente per parlare del futuro del capitano. Reazione di Insigne sulla sconfitta? Logico che ci rimanga male, lui vive il Napoli da capitano ma anche da tifoso. Lui oggi ha dato il massimo in campo, facendo anche la parte difensiva, nonostante non fosse nelle migliori condizioni. Questo dovrebbe far riflettere quelli che lo criticano”.

Vota i migliori di Atalanta-Napoli. Spunta 3 nomi e clicca

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
Fonte:

Mondonapoli

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.