Condivisioni 0

Dries Mertens è pronto a giocare pure col Belgio. L’attaccante del Napoli non intende fermarsi nonostante le preoccupazioni di Sarri: “Lo capisco, giochiamo ogni tre giorni – ha spiegato – e abbiamo già subito degli infortuni (il riferimento è a Milik, ndr). Io comunque non mi sento stanco: ho avuto modo di riposare in passato quando ero in panchina pure nel Belgio”.

Potrebbe giocare da prima punta pure in nazionale per l’infortunio di Lukaku: “Vedremo. Decide il ct Roberto Martinez. Sono a disposizione”. Mertens parla pure della sua trasformazione: “Sono cambiato molto come giocatore. Credo di essere diventato più forte e ho ancora margini di miglioramento”.

L’attaccante azzurro aggiunge: “Lo scudetto? Possiamo fare grandi cose, ma ci sono tante concorrenti, quindi non è facile. Dobbiamo sognare e speriamo che il titolo arrivi. Il paragone con Maradona mi diverte. Resto con i piedi per terra e spero che questo momento possa durare il più possibile”. Repubblica