Condivisioni 0

L’attaccante azzurro Lorenzo Insigne ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano spagnolo AS, parlando dell’imminente sfida con la Spagna e del suo momento col Napoli.

Torni al Bernabeu “Sarà bellissimo, è uno degli stadio più importanti del mondo e giocare lì con la Nazionale dopo averlo fatto col Napoli avrà un fascino diverso”.

Magari per ripetere quel ‘golazo’… “È stato unico. Sono sincero: ho visto Keylor fuori dai pali e volevo metterla nel sette (ride). Alla fine mi è uscito un tiro a effetto rasoterra, è andata bene lo stesso”.

Com’è cambiata l’Italia con Ventura? “Il mister sta dando il suo stile a questa Nazionale, siamo cambiati tanto rispetto all’Europeo con Conte. Vuole una squadra giovane e più offensiva. Lavoriamo molto col 4-2-4”..

C’è più fiducia per i giovani.. “Era ora: Donnarumma, Bernardeschi, Rugani, Conti, Belotti… Ce ne sono tanti altri. Insieme ai veterani, si può fare davvero un bel gruppo”.

Temete la Spagna? “È una nazionale fortissima, riesce a sfrnare sempre giovani incredibili come Asensio, Lucas Vázquez, Bartra, Morata… Giocano in casa, difendono il primo posto. Non sarà facile”.

Come la affronterete? “Di certo non ci chideremo indietro, abbiamo bisogno dei tre punti, il pareggio non serve a nulla. Andiamo al Bernabéu a cercare di vincere”.

Un anno fa l’avete battuta, all’Europeo. Qual è il tuo miglior ricordo di quella sfida? “Il mio passaggio lungo che ha dato inizio all’azione del 2-0. Era una Nazionale molto unita, Conte trasmetteva rabbia e voglia di vincere anche nelle amichevoli”.

La Spagna è cambiata con Lopetegui? “Ne ho parlato con Reina, mi ha detto che è un grandissimo allenatore. Ha dato alla Roja qualcosa in più rispetto a un anno fa”.

Negli ultimi tempi ha indossato la numero 10 con l’Italia. “È stato un onore, è una maglia che hanno indossato tantissime leggende di questo sport. Spero di poterlo fare ancora”.

E nel Napoli? “Quella è di Maradona e il club l’ha ritirata. Io rispetto Diego, che è la nostra legenda, e la decisione del club. E poi sono felice di avere il 24, numero legato a mia moglie”.

Pochi mesi fa, ha incontrato Diego. “È stato come realizzare un sogno. È il migliore di tutti i tempi: farsi una foto con lui, chiedergli come va… mi ha riempito d’orgoglio. Spero che tanti altri giovani napoletani possano vivere quest’emozione”.

Sarri ti ha definito il miglior italiano della tua generazione. “È un orgoglio, e il mister me lo dice da tempo. In molti, addirittura, hanno scritto che Ventura doveva cambiare modulo per me, questi complimenti ti danno fiducia”.

Come hai cominciato col calcio? Il padre di un mio amico portò mio fratello e altri suoi amici a giocare, andai a vederli e iniziai a piangere. Dicevano che ero troppo piccolo, ma alla fine ho insistito tanto che mi hanno fatto entrare in campo. Non ne sono più uscito”.

Hai lavorato con Zeman, Mazzarri, Benitez e Sarri. Cosa ti ha dato ognuno di loro? “Zeman mi ha voluto a Foggia e Pescara, è vero che con lui si lavora duro ma gli devo tantissimo. A Napoli, con Mazzarri, mi sono giocato il posto con Vargas, all’inizio, e poco a poco ho conquistato il mio spazio. Grazie a Benitez, invece, ho imparato tanto nella fase difensiva, che è fondamentale nel mio ruolo”.

E con Sarri? “Tutti sanno che con lui sono felicissimo, a volte discutiamo (ride) però in due stagioni abbiamo fatto benissimo. Se siamo arrivati così in alto è grazie a lui, ci ha insegnato tanto. Se un giorno lascerà Napoli, allenerà un top-club, non ne ho dubbi”.

In cosa senti di dover migliorare? “Devo segnare di più. Lavoro tanto dietro e a volte arrivo stanco davanti alla porta, ma mi piace aiutare la squadra”.

Il tuo idolo era Del Piero. “L’ho sempre ammirato tanto come persona e come calciatore. Ovviamente, essendo napoletano, la squadra dove giocava mi piaceva meno (ride)”.

Per questo cerchi sempre il tiro a giro? “Sì, da piccolo lo vedevo tirare in quel modo e cercavo di imitarlo. Ora, però, devo cambiare un po’, i portieri si stanno abituando”.

Nel calcio di oggi, chi è il suo preferito?“Messi. Dopo Maradona, c’è lui. Mi piace vedere il suo tocco di palla, come si muove. Cerco di ispirarmi a lui”.

Il gioco del tuo Napoli piace a tutta l’Europa.“Ci divertiamo anche in allenamento, ma dobbiamo vincere. Ci siamo stancati di ascoltare gente che dice che giochiamo bene, ma non vinciamo niente. Mi inc***a! Quest’anno non dobbiamo buttar via nemmeno un’occasione, lo abbiamo capito tutti”.

Credi che il vostro tipo di gioco sia simile a quello della Spagna? “Sì, mi ricorda anche quello di Guardiola. Cerchiamo sempre il passaggio al compagno meglio posizionato, giocando a 2-3 tocchi”.

In Champions, vi tocca proprio Pep. “Sarà un partitone, siamo felici: ci piace giocare con le grandi squadre. Loro hanno tanti campioni, ma noi non siamo messi male”.

Con il Real Madrid avete fatto una belllssima figura, nonostante l’eliminazione. “Sapevamo di avere di fronte la squadra più forte del mondo, ma ci siamo giocati la nostra partita. Non possiamo rimproverarci nulla”.

I tuoi assist a Callejon sono già un classico. “È che come attacca lui la profondità, non lo fa nessuno in Europa. Non so se glielo hanno insegnato in Spagna o se è una dote innata, ma ‘è incredibile”.

Meritava di essere convocato? “Assolutamente. Senza togliere nulla ai giocatori che ha convocato Lopetegui, sia lui che Albiol meritavano di esserci. Spero di incontrarmi con loro ai Mondiali”.

Vuoi diventare il Totti del Napoli? “Questa maglia è il mio sogno, l’ho sempre detto. Voglio restare il più a lungo possibile. Poi, nel calcio non si sa mai: il mercato è impazzito, magari il presidente riceve un’offerta assurda e decide di vendermi (ride)”.

Ti hanno cercato varie squadre e si è parlato di un cambio di agente. “Io sono molto tranquillo. Ho appena rinnovato il contratto e penso solo a giocare con la maglia del Napoli”.

Sogni il Mondiale? “Il mio obiettivo è vincere qualcosa con il Napoli, qualificarmi con l’Italia ai Mondiali e viverci una grande esperienza. Speriamo si realizzi…”.

  • papi ha comprato Inglese per avere la scusa per non comprarmi il panfilo #EDO

  • perché ho la strana sensazione che sta cosa del patto scudetto potrebbe ritorcersi contro?

  • soleblu

    Il giornalista Ivan Zazzaroni ha parlato a Marte Sport Live: “Il Napoli non ha fatto mercato, altro discorso è aver blindato i talenti e confermato tutta la rosa, così come voleva Sarri. Quello attuale è stato un mercato non giudicabile, il Napoli ha solo venduto qualche calciatore e guadagnato diversi soldi. Aspettiamo il verdetto del campo. Anche la Spal, non avendo soldi, ha fatto un mercato superiore al Napoli. Inglese? Non so quale sia stato il senso, forse per non ritrovarsi con un Pavoletti a gennaio”

  • soleblu

    Io ancora sono incredulo per la cessione di Strinic per soli due milioni….regalo per Ferrero…

    • Prudenzio©-Capo dei DISTURBATI

      Si’, e pure di Zapata a cambiali. Tonelli pero’ no, li’ Ferrero ha fatto lo schifiltoso.

  • Umberto

    Peggio di ADL è chi lo difende.

  • Umberto

    Concentriamoci su tecnica, tattica, moduli, allenamenti, tanto se qualcosa non va sappiamo con chi prendercela.

  • Umberto

    Napoli ( ed Il Napoli) avrà di meglio quando i suoi cittadini cacceranno ed elimineranno chi DALL’INTERNO si fece invadere.

    Oggi ovviamente i loro eredi mentali ed immorali.

  • PINUCCIO (anti-Pappy)

    Ragazzi allucinante quello che sto leggendo sui vari portali come Areanapoli e Napoli24.
    Ebbene dopo aver Santificato il NON mercato del Napoli hanno intuito che ormai sui vari social ecc. ecc. la gente inizia a parlare di fatturato. E che fanno?
    Iniziano a diffondere nell’ambiente che siamo con le pezze al c.
    Anzi quasi quasi abbiamo pure i conti in rosso!!😂😂😂
    Meno male che esiste un sito che tratta solo economia come Calcio e Finanza che ci spiega tutto nei mimini particolari.
    Cmq può seguo il calcio Napoli e più mi accorgo che Adl e protetto dalla carta stampata, specialmente quella locale.
    Uno skif0!

    • Andrea88

      Mamma mia l’articolo di areanapoli è ridi colo. Praticamente hanno fatto 2+2 con la calcolatrice senza tenere conto di tutte le altre voci che riguardano qualsiasi società. Sembra fatto apposta per mettere paura ai tifosi, “oddio siamo in rosso aiuto”.

      • PINUCCIO (anti-Pappy)

        L’hai letto pure tu?
        Il bello che si mettono d’accordo con l’altro sito (napoli24) cosa scrivere.

        Toh i conti veri sono questi li ripropongo di nuovo.
        Almeno chi viene qui si fa un idea e non si fa prendere per il c. da questi lecca lecca al servizio del padrone.

        http://www.calcioefinanza.it/2017/06/02/fatturato-napoli-2017-plusvalenza-higuain-champions-league/

        • Andrea88

          Ma non è giornalismo questo, una cosa del genere l’avrebbe potuta scrivere il contabile del fruttivendolo sotto al mio palazzo.
          Terrorismo psicologico, “Il Napoli è in rosso accontentatevi” altrimenti la Uefa ci dà le totò.

          • PINUCCIO (anti-Pappy)

            Proprio per questo sono NAUSEATO perché dopo tanti anni inizio a capire che Adl è protetto dalla carta stampata.
            Una specie di mafia.
            Hanno fatto i conti come li può fare un Antonio Marano qualsiasi.
            A capocchiam.Giusto per prendere per il c. il tifoso che va a leggere.
            Diffondono il mantra…

    • Prudenzio©-Capo dei DISTURBATI

      In rosso di vergogna forse.

      • PINUCCIO (anti-Pappy)

        Devo iniziare ad allontanarmi pure da questi siti farsa.
        Sono solo al servizio di Adl ormai è chiaro.
        Sono nauseato credimi

    • soleblu

      Menzionano il riscatto dei vari Maxsimovic,Rog etc facendo apparire un rosso non indifferente e si dimenticano la super plusvalenza realizzata grazie alla vendita di Higuain…..la cui seconda rata e’ stata incassata quest’anno….

      • PINUCCIO (anti-Pappy)

        Eh eh hai capito caro mio.
        Se li’ sono buttati nelle campane …

      • Saxsa79

        E mettici tutte le altre voci in ENTRATA! !! Fior di milioni nelle tasche del romanaccio, ma per qualche utente il mercato è buono, abbiamo confermato tutti ecc.ecc. ah dimenticavo il monte ingaggi diminuito capolavoro delaurentisiano incredibile

    • Umberto

      È facile convincere i figli del fallimento.

      • PINUCCIO (anti-Pappy)

        Può convincere solo i babbasoni di Adl e non di certo a noi caro Umberto.

  • Marittiello, detto Mary – FNS

    questo e’ il blog sul Napoli piu’ attrattivo di tutti
    se si mette in pausa la frenesia di postare commenti e affini..
    e si legge tutti, ma proprio tutti
    e’ un piacerissimo per me secondo aolo a quello di sbocconcellarmi piano piano il mio immancabule quotidiano pezzo di tortano strapaesano
    bello leggere le appassionate argomentazioni dei tifosi con il cuore azzurrissimo
    meno bello, con il consueto avutamiento di stomaco, leggere i commenti quequerissimi di cho, non capendo una cippa di calcio, sostiene sempre e comunque l’indefinibile ADL, cantando la cantilena che meglio di cosi’ non si poteva, non si puo’ e non si potra’
    avra’ sicuramente le sue ragioni a fare l’ “aspettatore” in eterno di quello che non avverra’

    ma tifare Napoli…e’ n’ata cosa…

    FNS nonostante ADL ed i suoi quequeri superfans con la pettola bianconera…

  • Marittiello, detto Mary – FNS

    ALTRO POST