7 Condivisioni

Introduzione di Gattuso: “Siamo vicini alle persone contagiate, al governo per quello che sta facendo e speriamo che la problematica possa essere risolta”.

Si parte con Insigne. Come vivi questa vigilia? Messi è l’unico campione che non hai sfidato. “La viviamo serenamente, affrontiamo una grande squadra, dobbiamo prepararla nel migliore modo possibile, poi sappiamo che hanno Messi e non solo, anche se il numero 1 è lui e dovremo limitarlo”.

Come ci arrivate? Il Napoli può giocarsela? “Sì, pure a Brescia abbiamo fatto una buona gara, siamo stati bravi a ribaltarla, grazie al mister che ci aiuta sempre nelle difficoltà. E’ una gara difficile, ma la prepariamo al meglio, sappiamo che in campionato non stiamo facendo benissimo ma la Champions ha un altro fascino”.

Cosa cambia per voi in Champions in queste grandi partite? “Cambia l’avversario, ci stiamo lavorando col mister, ma anche in campionato dobbiamo affrontarle come la Champions perché anche col Brescia puoi avere problemi. E’ già capitato pure col Genk, con altre piccole, mentre poi becchi il Liverpool e fai risultato”.

Prima attaccare o non prenderle? “Dobbiamo fare bene in entrambe le fasi, è una grande sfida e la prepariamo al 100% seguendo il mister per avere la giusta mentalità, per fare gol, non prenderle e fare una grande gara”.

Molti citano il passato, arriva Messi nello stadio di Diego. “Ho già detto che Messi è il più forte al mondo, ma non voglio fare paragoni, per noi Maradona è tutto, è sacro, ma senza togliere nulla a Messi che è il più forte di tutti”.

Ti senti più leader e responsabile? “Sì, merito del mister che mi ha dato subito fiducia, l’ho sentito sempre al mio fianco. Da napoletano queste gare le sento molto, ma con l’aiuto di tutti possiamo fare bene”.

Hai sempre fatto gol in queste serate. “Ci spero, ma anche se segna Ospina va bene uguale, l’importante è il risultato e la prestazione”.

Hai raccontato ai nuovi domani quale sarà l’atmosfera del San Paolo? “Sappiamo l’ambiente che troveremo, ogni volta non mi abituo a quell’urlo, è un’emozione forte, ma anche i nuovi hanno esperienza e sapranno abituarsi all’atmosfera”.

Nelle grandi gare non hai mai tremato, lo dicono i capolavori che hai fatto, ora c’è il rischio? “No, non c’è paura, altrimenti non fai le cose giuste. Ci dobbiamo provare, affrontiamo grandi campioni ma anche il Liverpool era campione d’Europa, se li affrontiamo al meglio possiamo fare una grande prova”.

Il mister disse che non dorme, tu dormi la notte? “Sì, ma il pensiero va alla partita, è un’altra cosa affrontarli in Champions rispetto alle amichevoli”.

Cosa chiedi ai tifosi? “Di aiutarci fino alla fine, ma loro ci danno sempre una grossa mano e lo faranno sicuramente anche domani”

Il Barça ti dà la sensazione di lasciare spazi? Mancherà anche Sergi Roberto. “Ancora dobbiamo vedere le clip, ho visto l’ultima partita e hanno concesso qualcosa, dobbiamo essere bravi a sfruttare qualche errore, non penso poi ci sarà un problema sostituire Sergi perchè hanno grandi giocatori”.

Dalla Spagna: sei stato vicino al Barcellona. “No, il Barça è un grande club ma non ho mai avuto questa opportunità”.

Le vicende extra-campo possono influire? “Non so cosa sia successo, leggo delle cose come gli altri, ma dopo l’Eibar penso non abbiano problemi, dobbiamo pensare a noi”.

Quando è scattata la scintilla con Gattuso per questa inversione di tendenza? “Il mister dal primo giorno ci ha dato carica, ci ha fatto sentire la fiducia, i suoi discorsi sono piaciuti a tutti e l’abbiamo seguito tutti, il mister ci tiene tutti sul pezzo e spero continui a darci una mano ogni giorno perché ha esperienza da giocatore e allenatore”.

Il Napoli ha battuto Liverpool e Juve, se ti dico che si può passare, credi sia una follia? “Sono convinto faremo una grande gara, ma sappiamo che sarà difficile, hanno tanti campioni e dovremo ragionare da squadra, solo così si può fare una grande partita, si vince di squadra, non singolarmente. da me i tifosi si attendono tantissimo, accetto le critiche, sono sereno e sono sempre venuto fuori da questi periodi e lo sto facendo ancora”.

Domani il Barcellona e poi il ritorno con l’Inter, il 2020 sarà l’anno della consacrazione di Insigne uomo-squadra e che sposta gli equilibri? “Ora pensiamo partita per partita, ora c’è il Barcellona, poi ci sarà il Torino per il campionato, se iniziamo a pensare già da ora all’Inter e all’Europeo andiamo fuori di testa”.

Diretta testuale a cura di Tuttonapoli.net

  • 💶BILANCI. Il Napoli si conferma club virtuoso
    Focus bilanci delle squadre di Serie A sull'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, secondo cui De Laurentiis si conferma abile venditore. Nel dettaglio si legge: "Le ricche cessioni di Jorginho (60 milioni) e Hamsik (20) hanno regalato al Napoli un altro esercizio in utile: +29,2 milioni nel 2018-19. In queste ultime stagioni i bilanci in attivo … Read more
  • ⚽️UEFA. L’annuncio: “Diamo priorità al campionato”
    Michele Uva, vicepresidente della Uefa, parla a Tuttosport svelando quello che potrebbe accadere da qui alle prossime settimane: "Abbiamo dato priorità al completamento dei campionati nazionali ovviamente con l’integrazione delle finestre per concludere le Coppe europee. La commissione Uefa, Eca e EL ha sul tavolo diverse soluzioni per lavorare armonicamente anche con opzioni di sforamento di … Read more
  • 👉GAZZETTA. Ipotesi cristallizzazione se non si gioca a marzo
    L'emergenza Coronavirus rappresenta, nel mondo del calcio, al momento un ostacolo difficile da superare, per alcuni addirittura insormontabile. Il poter riprendere la stagione non sembra un aspetto cosi scontato, ed anzi in molti si preparano a quello che potrebbe essere l'epilogo più amaro, con conseguenze che sarebbero davvero importanti. Come riportato questa mattina da La Gazzetta … Read more
  • PREMIER LEAGUE. Ancelotti vuole portare all’Everton due big del Napoli
    Ha grandi ambizioni Carlo Ancelotti per il suo Everton e per arrivare dove vuole non guarderà in faccia a nessuno. Neppure alla sua ex squadra, il Napoli. Infatti, secondo La Gazzetta dello Sport, il tecnico di Reggiolo avrebbe messo nel mirino due big partenopei: Allan e Koulibaly. Il centrocampista ha vissuto momenti davvero difficili nell’ultima … Read more
  • 🔴UFFICIALE. Olimpiadi rinviate al 2021
     Cio ha ufficializzato con un comunicato la notizia anticipata dal premier giapponese Abe: "I Giochi sono rinviati al 2021, non oltre l'estate, per salvaguardare la salute degli atleti e di tutti i partecipanti. Manterranno il nome di Giochi olimpici e paralimpici Tokyo 2020". La fiamma olimpica rimarrà in Giappone. 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.