Condivisioni 2

Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, ha parlato a Premium Sport, Sky e in Press Conference: “Abbiamo fatto 96 punti in un anno e li abbiamo mischiati male, in due campionati diversi. Il titolo di campione d’inverno non conta niente. Per garantire un futuro importante al Napoli l’ingresso in Champions per noi e’ importantissimo. I 48 punti del girone d’andata per noi sono importanti. Mertens? Ha fatto tre assist nell’ultima partita, non deve pensare al gol, il resto arrivera’. Il tocco di mano di Mertens al 65°? Il pallone tocca prima il petto, poi Hamsik devia il pallone a 30 centimetri. Parlare di tocco volontario mi sembra eccessivo. Allan? Merita la Nazionale brasiliana, ma spero che non lo chiamino mai. Insigne? Veniva da un periodo di inattività, per questo lo stiamo inserendo in maniera graduale. Crediamo che sia meglio gestirlo così in questo momento. Mertens sta giocando tantissimo, non mi e’ mai passato per la testa di toglierlo, anche perche’ c’e’ Milik fuori. Anche con 3 attaccanti centrali disponibili, Dries con me giocherebbe sempre, al massimo avrebbe qualche attimo di riposo in più. Napoli cinico? Mi sembra una parola grossa, avremmo dovuto chiuderla prima. E’ stato un errore grave non essere riusciti a chiudere la gara. Hanno perso Fiorentina e Chievo. Questo scherzare con la partita non mi e’ piaciuto”. Napolimagazine foto by Twitter Sscnapoli

Vota i migliori di Crotone-Napoli. Spunta 3 nomi e clicca

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...

45 COMMENTI

  1. Siamo di nuovo campioni d’inverno nonostante un presidente pidocchio che l’estate scorsa nonostante un fatturato record sul mercato non ha fatto un benemerito AZZO.
    Se questo non è un miracolo.
    Grazie Sarri. Grazie ragazzi.
    Durerà?
    Per me così come siamo messi NO.
    In caso contrario SARRI SANTO SUBITO!

  2. Taglialatela: “La società per me ha responsabilità, sapendo Sarri come lavora ed i tempi per inserirli, il mercato si fa a giugno e non a gennaio. Sarri decide chi deve restare e chi deve partire e le scelte finora sono state giuste. A comprare ci pensano De Laurentiis e Giuntoli. Se Sarri non vede più di 13 giocatori è per una questione di qualità. La società doveva intervenire dopo aver tenuto i migliori. Adesso è tardi, si deve andare avanti così perché a gennaio è difficile. Se ci fossero calciatore di qualità con Sarri giocherebbero. Io se voglio vincere due forti li prendo a giugno, poi si vede se giocano o meno. Maksimovic preso a 25 milioni di euro? Non sono mica soldi di De Laurentiis, sono soldi dei napoletani”.

    Bravo Pino!!

  3. Io leggevo: Sarri pure stasera contro il Crotone schiera i titolari. Poi qualcuno si lamentata che il presidente non acquista.

    E meno male direi perché pure a Crotone nonostante la formazione titolare abbiamo rischiato di pareggiare!!
    P.s. ringraziamo l’arbitro.

    Per il resto date a Sarri 2-3 campioni e vedi come li fa giocare.
    Viceversa se gli comprano solo mezze seghe e bambini da crescere è normale, fanno la panchina.

  4. Dopo 500 palle goal..parate volanti dello strano portiere che nn ho capito se è bravo o culato si parla che ci è andata bene…
    Appost…
    Buona fine anno
    Che Napoli…

      • Si era rigore.. doveva tirarlo.. segnarlo… E mantenere il risultato x altri 30 min.. su via.. posso capire il concetto se era rigore quello di Maggio (non era rigore)…ma no su quello al 25 esimo…

        • Infatti ho scritto “abbiamo rischiato di perdere”. Se no avrei scritto “avremmo perso di sicuro”.
          Oggi primi solo grazie a Sarri.
          È un miracolo speriamo che duri.

  5. Premesso che Inglese non e’ proprio l’attaccante che ci serviva e ho anch’io paura che faccia la fine di Pavoletti…pero’ ieri abbiamo battuto una quindicina di corner senza impensierire il portiere avversario….insomma spero almeno che nei pochi minuti che Sarri gli fara’ giocare si faccia valere sui cross…del resto Mertens non segna mi pare da otto partite ,Callejon piu’ o meno lo stesso e la cosa e’ preoccupante….
    Bella l’affermazione di Sarri quando dice ”abbiamo fatto 96 punti in un anno mischiati male…”

    • Inglese e Pavoletti sono due attaccanti completamente diversi.
      Non credo verrà Inglese già a gennaio, ma è uno che fa più gioco per la squadra che da finalizzatore.
      Pavoletti è proprio uomo d’area di rigore.

  6. girone giocato magistralmente col grosso neo della partita con la rube che poteva consacrarci ed invece li ha resuscitati …
    ora nel girone di ritorno dovremo ripeterci e vedere cosa succede
    l’anno scorso al ritorno fummo quasi perfetti, quest’anno siamo più concreti ma meno fluidi e soprattutto più stanchi

    ci servirà l’aiuto della sorte e qualche acquisto azzeccato a gennaio (ma arriverà?)

    chiudiamo un bellissimo anno e sono felicissimo ma purtroppo resta un cruccio, un tarlo ..
    cosa potrebbe essere questa squadra con un cavani in attacco un nainggolan a centrocampo ed un alex sandro sulla fascia?

    • ieri vedevo alcuni nostri giocatori sudatissimi gia’ nel primo tempo….come se fossero stanchi e in tensione….certo che anche il campo piccolo e con tante imperfezioni sul terreno con pallone che assumeva strane traiettorie non ha aiutato…

  7. Cmq siamo ben integrati nel sistema……….quei rigori una volta ce li fischiavano……….ora l’arbitro in modo imperioso fischia e continua senza che nessuno abbia il tempo di recriminare più di tanto e alzare polveroni…………..OTTIMO……… vorrei leggere Luucro su sta cosa che pensa……….anche se già lo so………TUTTA NA FICTION 😀

  8. Non vorrei dire una sciocchezza, ma quello che era il nostro punto di forza dello scorso anno, ossia sfinire l’avversario nel secondo tempo, quest’anno stia venendo meno. Mi sembra che sono almeno cinque partite consecutive che non riusciamo a segnare un gol nei secondi 45 minuti, Juve, Fiorentina, Torino, Sampdoria e Crotone. Anzi ora che ci penso sono 6, anche ad Udine nel secondo tempo nisba. Per fortuna che la difesa quest’anno va decisamente meglio.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.