Condivisioni 0

Tutti gli obiettivi stagionali sono ancora in ballo, gran parte delle squadre ha ancora tanto per cui lottare. Archiviata la settimana di coppe europee, torna il campionato e propone tante sfide interessanti. Una di queste è senza dubbio il match tra Milan e Napoli. I rossoneri di Gennaro Gattuso inseguono l’obiettivo Champions League, reso più difficile dagli ultimi risultati, mentre gli azzurri di Maurizio Sarri sono in scia alla Juventus e sono pronti ad approfittare di eventuali passi falsi dei bianconeri per riaprire definitivamente la corsa scudetto. Milan-Napoli si disputerà domenica 15 aprile a partire dalle ore 15:00 presso lo stadio San Siro di Milano. Si prevede il pubblico delle grandi occasioni presso l’impianto meneghino, con un grande seguito anche tra i tifosi azzurri.

Dove è possibile guardare Milan-Napoli? 

Milan-Napoli sarà visibile sui canali Sky. A partire dalle 14:45 comincerà il pre-partita su Sky Calcio 1 HD, mentre dalle ore 15:00 il fischio d’inizio sarà trasmesso anche su Sky Sport HD.

Milan-Napoli, chi è avanti nei precedenti?

Se si prendono in considerazione sia il campionato che la Coppa Italia, Milan e Napoli si sono sfidati al San Siro in 72 precedenti. Il bilancio pende a favore dei rossoneri, che hanno vinto 36 volte, a fronte di 16 vittorie azzurre e di 26 pareggi. 133 le reti segnate dai rossoneri, 80 quelle del Napoli. L’ultimo precedente giocato a Milano risale alla scorsa stagione, quando gli azzurri di Sarri si imposero per 2-1 in virtù delle reti partenopee di Insigne e Callejon e quella rossonera di Kucka. Per trovare l’ultima vittoria rossonera in casa bisogna risalire al dicembre del 2014. Allora furono Menez e Bonaventura a decidere la sfida.

Chi sono gli ex di Milan-Napoli?

Nelle rose attuali di Milan e Napoli non ci sono ex, ad eccezione di Marco Storari e di Ignazio Abate. Il secondo portiere rossonero ha indossato la maglia del Napoli nella stagione 2002-2003 in serie B. Arrivò dall’Ancona e disputò appena 4 partite da titolare contro Genoa, Lecce, Salernitana ed Ancona, prima di essere ceduto al Messina. Nella storia dei due club, tra gli ex c’è anche il difensore Steinar Nilsen, che ha indossato la maglia rossonera nella stagione 1997-1998 prima di trascorrere 3 stagioni a Napoli, collezionando 53 presenze e un gol a margine dell’affare che portò Roberto Ayala in rossonero. Il terzino rossonero è invece passato dal capoluogo campano nella stagione 2004-2005, scendendo in campo in 29 occasioni e segnando due reti. Erano i tempi della Lega Pro per gli azzurri e Abate fu decisivo per la risalita degli azzurri in serie B. Sono altri quattro gli ex storici di Milan e Napoli: Josè Altafini, Giovanni Galli, Paolo Di Canio e Marek Jankulovski. A fine stagione potrebbe essere anche un ex Reina: l’estremo difensore del Napoli ha già sostenuto le visite mediche con il Milan e l’anno prossimo dovrebbe traslocare a Milano.

Qual è lo stato di forma di Milan e Napoli?

Nonostante la leggera flessione dell’ultimo periodo, Milan e Napoli sono tra le squadre più informa di tutta la serie A. I rossoneri hanno rallentato contro la Juventus, interrompendo una striscia di vittorie consecutive che aveva riaperto la corsa Champions. Dopo la sconfitta di Torino sono seguiti due pareggi: lo 0-0 del derby contro l’Inter e il pareggio amaro contro il Sassuolo. Il Napoli di Maurizio Sarri è uscito con le ossa rotte dal doppio incrocio ad alta quota contro Roma e Inter, raccogliendo appena un punto e perdendo il primato, ma si è prontamente rialzata, soffrendo contro il Genoa e nell’ultima giornata contro il Chievo e pareggiando a sorpresa contro il Sassuolo.

Chi sarà l’arbitro di Milan-Napoli?

La sfida tra azzurri e rossoneri del San Siro sarà diretta dal signor Luca Banti della sezione di Livorno, coadiuvato dagli assistenti di linea Vuoto e Meli. Per il ruolo di quarto uomo è stato designato un uomo d’esperienza internazionale come Paolo Tagliaventi, tesserato per la sezione AIA di Terni, mentre davanti agli schermi del Var saranno seduti il fischietto Paolo Valeri e l’assistente Giulio Dobosz. 

Fonte:

SkySport

LASCIA UN COMMENTO