Condivisioni 3

Oggi arriveranno anche gli ultimi azzurri scesi in campo ieri con la Nazionale. Ancelotti ritroverà per la ripresa effettiva, a gruppo compatto, Luperto, Mertens, Albiol, Rog, Zielinski e Karnezis. Con questi sei azzurri si chiuderà il cerchio e il tecnico avrà finalmente tutta la squadra a disposizione per gli ultimi giorni di preparazione in vista della Fiorentina. Diversi ballottaggi resteranno in piedi fino all’ultimo momento visto che il pluridecorato tecnico ex Real, Psg e Bayern avrà da valutare le condizioni dei tanti giramondo. Occhi puntati su Dries Mertens per il quale tifosi e critica invocano un cambio tattico in nome del 4-2-3-1 che consentirebbe al belga di rientrare tra i titolari. Stando alle rassicurazioni dello staff medico belga la sublussazione subita nel match con i Red Devils non dovrebbe essere preoccupante. Ancelotti avrà regolarmente a disposizione Lorenzo Insigne, non certo tra i protagonisti con la maglia della Nazionale in Nations League ma autentico amuleto nelle sfide alla Fiorentina. Nella sua carriera li ha già colpiti 5 volte. Solo al Milan ne ha fatti di più (6). Quando vede viola, Lorenzo Insigne non si ferma più. Due dei cinque gol, tra l’altro, sono arrivati in un giorno speciale: quello della finale di coppa Italia vinta contro i viola all’Olimpico. E poi altre tre reti in campionato e pure un assist, nel 2-1 al San Paolo del lontano 2012 con Mazzarri in panchina. Altri tempi, Lorenzinho era poco più di un giovane promettente. Oggi è una certezza del Napoli, il punto di forza. Chiamato evidentemente a ritrovare il sorriso e le giocate determinanti che solo a sprazzi hanno caratterizzato questo inizio di campionato. Intanto a quanto pare non bastano le agevolazioni agli under 14. Il caro-biglietti resta e contro la Fiorentina c’è da attendersi un San Paolo tutt’altro che pieno. Al momento sono stati staccati meno di 10mila biglietti. Davvero pochi, anche perchè alla partita mancano ora soltanto poichi giorni. La protesta dei tifosi, quelli organizzati con lo striscione fuori allo stadio “vogliamo il settore popolare” e tutti gli altri che si sono affidati al web, sta avendo le sue ripercussioni al botteghino. Ottopagine.it

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.